Legal & Digital Rights

Google condannata a modificare i suggerimenti di ricerca

Google condannata a modificare i suggerimenti di ricerca

La funzione di che suggerisce accostamenti di parole durante la può essere lesiva dei diritti della persona, e per questo va modificata. È quanto ha stabilito in Germania una sentenza della corte federale locale, che ha dato così ragione a una ditta di cosmetici il cui nome veniva automaticamente affiancato nel primo motore di al mondo alle parole truffa e scientology.

La sentenza della corte federale impone a Google di cancellare le associazioni infondate ogni volta che l’interessato ne faccia richiesta. La multinazionale statunitense ha definito incomprensibile la decisione dei giudici: è già possibile richiedere la cancellazione di determinate associazioni attraverso un modulo online. Inoltre, come è stato più volte chiarito, i suggerimenti per il cosiddetto autocompletamento non derivano da scelte di Mountain View, ma sono il risultato di precedenti ricerche fatte da altri utenti: «Non è dunque comprensibile che Google sia chiamata a pagare per i criteri di ricerca dei suoi utenti», ha spiegato il portavoce Kay Oberbeck.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This