App

Youtube lancia canali a pagamento

youtube

Dopo le indiscrezioni trapelate in rete nelle ultime settimane, ha finalmente lanciato il suo servizio di video a pagamento. Ad annunciarlo è la stessa azienda su un post ufficiale, nel quale, dopo una premessa in cui si ripercorre brevemente la storia della piattaforma, si fa riferimento a quella che è la richiesta più frequente dei creatori di contenuti che pubblicano sul canale, ovvero “maggiore flessibilità nella monetizzazione e nella distribuzione dei propri contenuti”. “Ci abbiamo lavorato e vogliamo accontentarvi”, riferisce il post.

La comunicazione fa riferimento al lancio del nuovo servizio pilota, attivo da oggi, che permetterà ad un ristretto gruppo di partner di distribuire i propri contenuti facendo pagare agli utenti un di 99 centesimi per la loro visione. Ogni canale avrà un periodo di 14 giorni di prova con previsione di sconti negli anni a venire.

Il servizio pilota include diverse decine di canali a pagamento, con altri che verranno aggiunti in seguito. L’elenco è vario e comprende “Sesame Street”, il canale di arti marziali e lotta UFC, Comedy.TV, Baby first Plus e tanti altri presenti in una lista rilasciata da Youtube.

Il servizio di abbonamento sarà multipiattaforma, ciò vuol dire che, una volta sottoscritto l’abbonamento, che per ora fanno sapere è possibile effettuare solo tramite pc, i contenuti potranno essere fruiti da qualsiasi dispositivo mobile, con la possibilità a breve di potersi iscrivere al servizio anche tramite gli altri dispositivi. E come riportato nel post, “questo è solo l’inizio”.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Youtube lancia canali a pagamento | Lo Sviluppatore

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This