Legal & Digital Rights

Telecom Italia: appuntamento al 23 maggio per decisione su scorporo rete

Franco Bernabè

Durante il cda previsto per il 23 maggio, deciderà sullo scorporo della rete di telefonia fissa e, se l’esito dell’operazione andrà a buon fine, nei giorni successivi discuterà con le agenzie di rating l’impatto dell’operazione.

Lo hanno detto il presidente Franco e il direttore finanziario Piergiorgio Peluso, nella conference call con gli analisti sui risultati dell’ultimo trimestre 2013, durante il quale il presidente esecutivo ha dichiarato che il principale focus dell’azienda resta sulla “redditività e sulla generazione di cassa”.

I temi del momento rimangono ancora lo scorporo della rete e la possibile integrazione con 3 Italia; argomenti sui quali si è espresso Bernabè affermando rispettivamente che “Non stiamo vendendo, stiamo solo riorganizzando” e “deal di questo tipo (riferendosi a 3 Italia) di solito portano a grandi sinergie”.

Riguardo ai benefici che un ipotetico spinoff della rete porterebbe con sé, il cda ritiene che “consentirebbe una focalizzazione sullo sviluppo della nuova rete in fibra, stabilizzerebbe la struttura regolatoria, permetterebbe il continuo miglioramento della qualità dell’esistente rete in rame e garantirebbe piena parità di accesso”. Un progetto che, se realizzato, non avrebbe precedenti in Europa. “Il 23 maggio decideremo sullo scorporo“, ha detto Bernabè. “L’operazione avrà poi bisogno di un certo tempo per essere finalizzata“, ha aggiunto.

Alla conference call è intervenuto anche Piergiorgio Peluso, direttore finanziario Telecom, che ha dichirato: “Sono fiducioso sul fatto che l’operazione porterà importanti vantaggi all’azienda“, aggiungendo che la società beneficerà “di un miglioramento del free cash flow” che permetterà di raggiungere gli obiettivi di debito: si spera, infatti, di riuscire a portare entro la fine dell’anno, l’indebitamento finanziario netto al do sotto della barra dei 27 miliardi di euro.
Nei giorni successivi (al consiglio del 23 maggio), se l’operazione dovesse essere approvata, discuteremo l’impatto con le agenzie di rating“, ha aggiunto Peluso.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. fabrizio

    09/05/2013 alle 17:50

    manovre per la fine di un’azienda…

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This