App

Windows 8: 100mln di licenze non bastano, in arrivo grandi cambiamenti

windows8

Microsoft ha venduto 100 milioni di licenze per 8 nei sei mesi che hanno seguito il lancio, grosso modo in linea con i numeri registrati dalla versione precedente. Nonostante questo sembra forte l’interesse della società nel voler aggiornare il suo software di punta per renderlo più semplice da usare e maggiormente compatibile con i tablet più piccoli.

Windows 8 è il primo sistema operativo Microsoft progettato principalmente per i comandi touch, questo però non è bastato alla nuova versione per catturare l’immaginazione dei consumatori e intaccare il mercato dei tablet dominato da Apple e Samsung Electronics. “E ‘perfetto? No. Ci sono cose che dobbiamo cambiare? Assolutamente. Siamo molto realistici su ciò che deve cambiare e lo faremo nel modo più rapido possibile”, ha dichirato Tami Reller, co-head dell’unità Windows di Microsoft.

Microsoft lancerà quindi un aggiornamento di Windows 8, conosciuto in via provvisoria con il nome in codice ‘Windows ’, entro la fine di questo anno, ha riferito la Reller. Maggiori dettagli riguardo l’aggiornamento saranno rilasciati nelle prossime settimane.

Tuttavia secondo alcuni la reale motivazione che si nasconde dietro i proposito di Microsoft sarebbe l’insoddifazione per i numeri di vendite di licenze e la mossa dell’aggiornamento sarebbe il tentativo di correre ai ripari.  In questo hanno avuto vasta eco le dichiarazioni di alcuni analisti (citati dal Finacial Times) secondo cui ripensare al concept del sistema operativo e ripercorrere una strada all’indietro che porterebbe, tra le altre cose, al reintegro di un tasto “start”, sarebbe sinonimo di un enorme fallimento. Addirittura, secondo Richard Doherty, analista presso la società di ricerca tech Envisioneering “Ciò che sta accadendo mi ricorda la New Coke, che è durata poco più di 7 mesi“, riferendosi alla vicenda fallimentare che ha riguardato la Coca Cola, circa 30 anni fa, nel tentativo di immettere sul mercato un nuovo tipo di bevanda.

Reller non ha detto se l’aggiornamento di Blue porterà al ripristino del consueto pulsante di avvio, scomparso in Windows8 e additato come principale causa di scontento, ma ha dichiarato che Microsoft dovrebbe prestare più attenzione ed aiutare i clienti ad adattarsi al nuovo prodotto. “Abbiamo preso in considerazione molti diversi scenari per aiutare gli utenti tradizionali nel muoversi verso un tipo di usabilità che ormai caratterizza molti dispositivi” ha concluso la Reller.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Windows 8, 100 milioni di licenze e la sfida di Blue - Punto Informatico - Notizie Ultima Ora

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This