Market & Business

Tablet: Apple e Samsung, risultati al di là delle aspettative

tablet

Secondo i dati di un’ultima ricerca targata IDC emerge come i abbiano sempre più successo. Durante il primo trimestre 2013, infatti, ne sono stati venduti 49,2 milioni, con una crescita del 142,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

supera le previsioni della società di ricerca per il trimestre, registrando 19,5 milioni di unità vendute rispetto ai 18,7 milioni di pezzi preventivati. La società, che storicamente registra forti cali nelle spedizioni del primo trimestre, a seguito delle forti vendite nel periodo natalizio nel quarto trimestre, ha visto un leggero calo anche quest’anno.

Il numero due dei vendor, , ha similmente registrato vendite superiori alle aspettative, riuscendo a far crescere le sue spedizioni nel corso del quarto trimestre, grazie soprattutto al commercio dei tablet di piccole dimensioni, che hanno cominciato a diventare un fattore di traino sul mercato. Il mercato di deve il suo successo anche alla recente crescita degli smartphone Android che hanno contribuito a diffondere nei mercati mondiali anche i tablet. Insieme, la performance dei due leader di mercato ha contribuito a guidare le vendite totali a 49,2 milioni di unità per il trimestre.

La domanda sostenuta per l’iPad mini e le sempre più ingenti spedizioni hanno portato Apple ad un primo trimestre migliore del previsto“, ha dichiarato Tom Mainelli, Research Director, Tablet di IDC. “Inoltre, spostando il lancio dell’iPad per il quarto trimestre del 2012, Apple sembra aver evitato il tipico rallentamento del primo trimestre che si verifica di solito quando i consumatori conservano i loro soldi in attesa dei nuovi prodotti lanciati a marzo”.

ASUS è riuscita a subentrare al terzo posto come vendor dal momento che ha registrato buoni risultati grazie alla crescente domanda di dispositivi Nexus 7. Amazon, invece, è scesa alla posizione numero 4, ancora una volta vittima di un ciclo di prodotto fortemente stagionale.

Microsoft, che è un punto di riferimento per molti nello spazio tablet, è entrata nella top five per la prima volta dal momento che le spedizioni dei suoi tablet Surface RT e Surface Pro insieme hanno raggiunto un totale di quasi 900.000 unità vendute. Molte di queste sono avvenute grazie al Surface Pro, di cui l’azienda ha iniziato la spedizione negli gli Stati Uniti e in Canada solo nel mese di febbraio, ma Microsoft ha riferito che la distribuzione regionale, sia di Surface RT si di Surface Pro, sta procedendo verso un’allargamento del mercato. Al di là dei prodotti Surface, i tablet Windows 8 e Windows RT stanno continuando a lottare per riuscire a sopravvivere sul mercato. Il totale delle spedizioni combinate di Windows 8 e Windows RT hanno raggiunto 1,8 milioni di unità.

Recenti indiscrezioni sono circolate circa la possibilità di tablet Windows RT e Windows 8 dalle dimensioni ridotte” ha dichiarato Ryan Reith, Program Manager per il programma di mobilità Tracker di IDC. “Tuttavia, l’idea che questa sarà per Microsoft la scelta giusta è tutta da vedere. Chiaramente il mercato si sta muovendo verso dispositivi da 7-8 pollici, ma la più grande sfida di Microsoft è incentrata attorno al raggiungimento di una fetta di mercato che abbraccia consumatori di fascia media. Se queste sfida verrà colta tenendo conto non solo delle dimensioni dei tablet ma anche del mercato di fascia medio/bassa, allora potremmo vedere Microsoft raggiungere ulteriori progressi nel 2013 e oltre”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This