Market & Business

Android continua a dominare il mercato mondiale

Android

Secondo i dati riportati da Kantar Worldpanel Comtech, la società di ricerca che tiene traccia delle vendite di cellulari in tutti i mercati, il sistema operativo continua ad essere la piattaforma per smartphone più popolare al mondo. Nei nove mercati esaminati da Kantar – Australia, Cina, Francia, Germania, Italia, Giappone, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti, rappresenta in media il 64,2% di tutte le vendite di cellulari nelle 12 settimane prima del 31 marzo.

L’unico mercato in cui Android non ha dominato è il Giappone, dove l’ di supera di poco le percentuali dell’avversario. Altrove, invece, le cifre indicano che, indipendentemente dal luogo in cui i mercati sono più sviluppati (USA, UK, Germania) o emergenti (Cina) o in difficoltà finanziarie (Spagna), tutti insieme, i produttori di cellulari Android vincono su tutti i fronti con cifre di vendita che raggiungono il loro punto più alto in Spagna, con il 93,5% di tutte le vendite di smartphone.

Kantar, che di solito basa le sue cifre su campioni di 240.000 interviste annuali e negli Stati Uniti e circa 1 milione in tutta Europa, ritiene che il vantaggio di Android potrà solo crescere di più nei prossimi mesi, con il rilascio imminente di due nuovi telefoni Android, il Galaxy S4 della Samsung e l’HTC One.

Ci aspettiamo di vedere nei prossimi mesi un ulteriore picco al rialzo del mercato Android non appena inizieranno le vendite dell’HTC One e del Samsung Galaxy S4“, scrive Dominic Sunnebo, direttore al Kantar Worldpanel Comtech. “Questo aumenterà la pressione su Apple, BlackBerry e Nokia che dovranno sforzarsi per mantenere salda la loro base consumatori”.

Negli Stati Uniti, il mercato iOS è sceso di quasi un punto percentuale al 43,7% rispetto al 49,3% di Android, che è cresciuto del 1,4%, in forte contrasto con il periodo che ha visto negli Stati Uniti il lancio dell’iPhone5. Symbian è ormai quasi completamente fuori dal mercato, con solo lo 0,2% delle vendite. Il lancio del BB10 di BlackBerry ha finora avuto poco impatto sul mercato ed ha guadagnato solo 0,2 punti percentuali, raggiungendo lo 0,9% di fatturato, rispetto allo 0,7% del mese scorso.

I dati di Kantar mostrano che l’unica altra piattaforma oltre ad Android che vede un rialzo dei guadagni nel mercato degli Stati Uniti è Windows Phone. La piattaforma Microsoft è salita di 1,9 punti percentuali per un ancora modesto fatturato del 5,6%, con Nokia che rappresenta la stragrande maggioranza di dispositivi venduti.

Il quadro che vede Android dominare e Windows Phone emergere dal mercato si ripete anche altrove. Di tutti i 5 paesi europei coperti, Windows Phone rappresenta il 6,5% del fatturato, in crescita di 2,5 punti percentuali, con Android al 68,8% delle vendite, in crescita di oltre 10 punti percentuali. Allo stesso modo, in Australia, Android ha raggiunto quasi il 63% delle vendite, in crescita di 8,8 pp, mentre Windows Phone è salito dello 0,8% con poco più del 4% di fatturato.

screen-shot-2013-04-28-at-22-30-42

Secondo l’analista Mary-Ann Parlato, la crescita di Windows Phone è dovuta in larga misura ai produttori Nokia che hanno fatto un grande sforzo per creare e promuovere i dispositivi rivolti ad acquirenti che si avvicinano per la prima volta agli smartphone. I colori sgargianti e i costi accessibili dei Nokia Lumia rafforzano la teoria di Parlato.

La maggior parte degli acquirenti Android (51%) e iOS (55%), invece, sono già in precedenza proprietari di altri smartphone.

Lo studio si sofferma, poi, sul tipo di utente che acquista smartphone: “i dati indicano chiaramente che i diversi modelli di Samsung sono attraenti per un diverso tipo di consumatore. Il Galaxy Note II è popolare tra le persone maggiormente facoltose tra i 25e i 34 anni maschi, il Galaxy SIII Mini attira le donne più giovani, il Galaxy Ace le donne più anziane, mentre il Galaxy SIII ha un appeal maggiormente diffuso“, scrive Sunnebo, analista di Kantar. “Il fatto che Samsung ha tanti modelli disponibili sul mercato non è indicativo di un approccio dispersivo, ma semplicemente la consapevolezza che diversi consumatori richiedono telefoni diversi tra loro, sia in termini di funzionalità, design e prezzo.”

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This