Market & Business

Nuovi dati dall’Osservatorio trimestrale sulle telecomunicazioni

agcom

L’Agcom ha rilasciato i dati relativi all’Osservatorio trimestrale sulle telecomunicazioni aggiornato al 31 dicembre 2012.

Il report si concentra principalmente sugli accessi diretti alla e alla , con particolare attenzione, poi, verso l’utilizzo e lo sviluppo delle reti mobili.

Per quanto riguarda gli accessi diretti alla rete fissa, si assiste, rispetto a dicembre 2011, ad un calo degli accessi complessivi per circa 450 mila linee, in lieve accelerazione rispetto alla contrazione osservata nel 2011 (-360 mila accessi). La quota di Italia negli ultimi dodici mesi è scesa di 1,8 punti percentuali collocandosi al 64%, mentre Vodafone Italia, registra una sostanziale invarianza nella quota di mercato su base annua, ma con un lieve incremento (+0,2%) rispetto allo scorso settembre. Allo stesso tempo Wind consolida la propria quota di mercato su base annua registrando un +0,3% con un marginale arretramento del -0,1% rispetto allo scorso settembre. In ultimo, Fastweb guadagna quote sia sua base annuale (+1,0%) sia su base trimestrale (+0,4%).

Per quanto riguarda gli accessi alla banda larga, negli ultimi dodici mesi la crescita degli accessi alla banda larga è valutabile intorno alle 160 mila unità. La quota di mercato di Telecom Italia (51,4%) scende in un anno di 1,5 punti percentuali, a vantaggio sostanzialmente di Fastweb (+1,1%) e degli operatori minori rappresentati in larga parte da quelli WiMax (+0,7). Valori non positivi per Vodafone che, rispetto a dicembre 2011, vede ridurre sia i propri abbonati (-65 mila) sia la quota di mercato (-0,6%).

Le vedono, rispetto allo scorso anno, una crescita della customer base che sfiora le 400 mila sim e un aumento di circa 200 mila linee dallo scorso settembre. Allo stesso tempo, nel 2012, le sim prepagate sono diminuite di 1,55 milioni, mentre quelle in abbonamento sono aumentate di circa 2 milioni. Nel complesso, le quote di mercato di Telecom e Vodafone flettono, rispettivamente dello 0,2 e dello 0,7%, a favore di H3G che sale dello 0,3% e, in misura più consistente in favore di Wind, su dello 0,7%.

Per quel che concerne la banda larga mobile, a dicembre le sim che hanno effettuato traffico dati hanno superato i 31,5 milioni con un rialzo del 17% rispetto al corrispondente valore del 2011. Le “connected card” o internet key, raggiungono una consistenza di circa 8,6 milioni con un balzo in avanti del 28,5% rispetto alla fine del 2011. In definitiva, il traffico dati è cresciuto del 30,7%.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This