Market & Business

Google annuncia la chiusura del servizio Reader ed è subito protesta

Google Reader

Reader, uno dei più popolari servizi online per aggregare flussi di notizie online automatizzati tramite feed Rss, chiuderà il prossimo primo luglio.

Ad annunciarlo è la società di Mountain View sulproprio blog, ma online già monta la protesta degli utenti contro la decisione del colosso. “Nonostante il servizio abbia un seguito fedele – scrive Urs Holzle, Google – negli anni il suo utilizzo è calato. Ecco perchè a partire dal primo luglio 2013 lo manderemo in pensione”. Lanciato nel 2005, ricorda Google, Reader rappresentava “lo sforzo per facilitare agli utenti l’obiettivo di essere sempre aggiornati sui nuovi contenuti dei siti web preferiti”, non solo media. Gli utenti e gli sviluppatori interessati a servizi alternativi di aggregatori di feed Rss possono esportare le proprie sottoscrizioni attraverso Google Takeout nei prossimi quattro mesi“.

Reader non è l’unico dei prodotti per cui Google annuncia la chiusura, ci sono anche Building Maker per realizzare modelli 3D su Maps o il servizio vocale per Blackberry, ma è quello che ha lasciato più perplessi gli utenti, almeno a giudicare dalle prime reazioni sul web. Se alcuni internauti e siti specializzati non disperano e già propongono elenchi di alternative al Reader di Google, molti protestano virtualmente invitando Mountain View a ripensarci: su Twitter l’hashtag #savegooglereader compare in migliaia di cinguettii.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Google: dopo Reader, chiudono anche le app anti pubblicità | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This