ICT & Telco

Parere positivo del Berec su raccomandazione Ue

Neelie Kroes

Il , l’Organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche, nella sua prima riunione plenaria del 2013 ha dato la sua approvazione alla bozza di raccomandazione NGA relativa agli ‘obblighi di non discriminazione e alle modalità di calcolo per promuovere la concorrenza e intensificare gli investimenti’.

Berec, si legge in una nota, “condivide la determinazione della Commissione europea a garantire un trasparente ambiente prevedibile e stabile a sostegno della diffusione delle reti NGA”; “concorda con la Commissione sul fatto che regole per un’effettiva non discriminazione siano essenziali per la concorrenza e per garantire parità di condizioni tra operatori storici e nuovi”.

Nella raccomandazione finale, “Berec cercherà conferma che le ANR, nel determinare l’approccio più appropriato per il loro mercato nazionale, valutino la proporzionalità dei diversi obblighi di non discriminazione”.

Per quanto riguarda, poi, l’approccio adottato dalla Commissione sull’accesso alla rete in rame e ottica e le relative politiche dei prezzi, si è avuto riscontro positivo anche sull’allineamento dei prezzi del rame tra 8 e 10 euro e il loro mantenimento entro tale forchetta per almeno 6 anni, con l’applicazione del principio di Equivalence of Input per garantire pari condizioni tra tutti gli operatori del mercato (tranne nei casi in cui il regolatore ritenga quest’obbligo sproporzionato).

La commissaria all’agenda digitale Neelie Kroes ha quindi assicurato che lavorerà con il Berec “da vicino” per “assicurare la creazione di un ambiente normativo pro-concorrenza e pro-investimenti”. E ancora: “Sono molto felice che il Berec abbia dato un parere positivo sulla nostra proposta di Raccomandazione”, ha affermato la Kroes.

“Berec sostiene pienamente il nostro obiettivo di incoraggiare gli investimenti nelle reti Internet ad alta velocità in tutta l’Europa e il nostro obiettivo strategico di garantire prezzi di accesso del rame prevedibili e stabili, obblighi di non discriminazione efficaci che sostengano la concorrenza e una flessibilità dei prezzi di tale da soddisfare la domanda”, ha aggiunto il Commissario, sottolineando che regole prevedibili e coerenti sono ciò di cui operatori e investitori hanno bisogno per la pianificazione a lungo termine degli investimenti.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This