Device

Sviluppato un sensore di immagini flessibile e trasparente

flexiblesensor_1

I ricercatori dell’ Johannes Kepler, in Austria, hanno sviluppato un modo per catturare le su un foglio di plastica flessibile. A differenza dei sensori di immagine tradizionali che utilizzano circuiti e altre strutture interne per sviluppare un’immagine, questa nuova soluzione è completamente trasparente.

Va precisato che quello progettato non è un normale foglio di plastica. Il sensore è un film di polimeri (un concentratore luminescente) contenente una moltitudine di particelle fluorescenti che assorbono una specifica lunghezza d’onda di luce. Questo trasmette la luce ad una lunghezza d’onda maggiore ai sensori ottici ai lati del foglio che, a sua volta, cattura tutto ricostruendo un’immagine in scala di grigi.

flexiblesensor_1Secondo Oliver Bimber, ricercatore dell’università, il processo di ricostruzione utilizza una tecnica simile alla TAC:

Nella tecnologia per la TAC, è impossibile ricostruire un’immagine da una singola misurazione a raggi X lungo una sola direzione di scansione. Con una molteplicità di misurazioni effettuate in diverse posizioni e direzioni, tuttavia, questo diventa possibile. Il nostro sistema funziona nello stesso modo, ma dove la TAC utilizza i raggi X, la nostra tecnica utilizza la luce visibile”.

L’invenzione ha potenzialmente svariati utilizzi che vanno ben oltre i sistemi standard di telecamere. Display flessibili e touch che permettono di vedere attraverso lo schermo, come gli occhiali per la realtà aumentata, potrebbero benissimo usufruire di questa nuova tecnologia.

Al momento, il formato delle immagini è ancora ridotto, si parla, infatti di una risoluzione a 32×32 pixel, ma si pensa che in un prossimo futuro i vari prototipi saranno in grado di dare risultai più soddisfacenti. Intanto, fa sapere ancora Bimber, che, siccome i costi dei fogli di polimeri sono esigui “ci saranno ancora tanti utilizzi per questo sensore che adesso non ne siamo ancora a conoscenza”.

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Laboratori Creativi Beretta

    22/02/2013 alle 14:14

    Notevole, mi ricorda un po’ il mantello dell’invisibilità: http://www.laboratoricreativiberetta.it/blog/blog/attualita/il-mantello-dellinvisibilita/

  2. Pingback: Winter Friware (waiting for spring): crowdsourcing, Big Data e stampa 4D | www.netconsulting.it

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This