Market & Business

Google: Schimdt venderà 3 milioni di azioni pari a 2,5 miliardi di dollari

Eric Schmidt

Il presidente di , , riduce la propria quota in Mountain View: entro il prossimo anno venderà 3,2 milioni di azioni Google in suo possesso. Il loro valore è 2,5 miliardi di dollari. Le azioni Google hanno aggiornato venerdì i loro massimi, volando a 785,3 dollari, il 30% in più rispetto allo scorso anno. Le vendite avverranno a intervalli regolari nel corso dei prossimi 12 mesi.

La vendita, resa nota con una comunicazione alla Sec, consentirà a Schimdt di ridurre in modo molto rapido i propri interessi finanziari in Google, società in cui è entrato 12 anni. L’operazione – secondo alcuni osservatori – è in linea con la minore influenza di Schimdt sulla stessa Google. Schimdt è stato amministratore delegato di Mountain View per dieci anni, prima di cedere il timone al co-fondatore Larry Page nell’aprile 2011.

L’accelerazione della vendita della propria quota alimenta i rumors sul fatto che Schimdt si prepari a lasciare Google. Mountain View però afferma: le vendite rientrano nella “strategia di lungo termine per la diversificazione degli asset e della liquidità”: si tratta di una “diversificazione di routine degli asset ed Eric resta impegnato in Google”.

Schimdt venederà oltre il 40% della propria quota, ovvero 3,2 milioni di azioni Google sui 7,6 milioni di titoli in portafoglio, ma resterà in controllo di una quota che – in base alla chiusura di venerdì – è valutata circa 3,5 miliardi di dollari, ovvero l’1,3% di Google con il 5% dei diritti di voto. I co-fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin, sono gli unici due manager all’interno di Google a controllare quote maggiori nella società. Page ha l’8,7% e Brin l’8,5%.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This