Market & Business

Gartner: nei prossimi anni app sempre più ibride

Gartner.001

Secondo una recente ricerca Gartner, il 50% delle mobili sviluppate entro il 2016 saranno degli ibridi.

Per soddisfare le proprie esigenze le aziende stanno cercando di sfruttare le applicazioni su più tipi di piattaforme. Il vantaggio di architetture ibride che combinano la portabilità del linguaggio HTML5 con un contenitore naturale che facilità l’accesso alle funzioni native dei dispositivi, fa gola a molte imprese.

 La necessità di avere una conoscenza nel mondo delle applicazioni mobile è incrementata con la diffusa distribuzione dei dispositivi mobili che ha portato le aziende a considerare la possibilità di sviluppare architetture sia ibride sia native. Per le informazioni di posizionamento, i sistemi di notifiche, le funzionalità di mapping o anche i sistemi di hardware come le fotocamere, le applicazioni devono essere sviluppate in modo da poter supportare tali tipologie di servizi e quindi prevedere delle architetture ibride.

Il nostro consiglio per le imprese è che queste gestiscano una serie più ampia di applicazioni per mobile. Dovrebbero poi considerare che le applicazioni possono essere arricchite e implementate con altri sistemi addizionali” ha riferito Van Backer, Vice Presiedente di .

In base a questo, la società di ricerca ha emesso due diverse predizioni riguardo la mobilità e le aziende.

La prima riguarda la Apple. Gartner ritiene, infatti, che la società di Cupertino entro il 2014 sarà accettata da tutte le aziende IT così come lo è oggi la Microsoft.

Sebbene gli iPhone e gli iPad siano già accettati dalla aziende IT, i Mac della Apple, sia desktop sia notebook, non sono presi molto in considerazione negli uffici di queste aziende. In futuro, però, la Apple continuerà ad evolversi  facendo in modo che il sistema operativo dei Mac possa contribuire maggiormente allo sviluppo delle stesse aziende che lo utilizzeranno”, ha dichiarato David Mitchell Smith, altro Vice Presidente Gartner.

Stesso discorso può essere fatto per Microsoft, che, nonostante abbia una maggiore considerazione nelle aziende per quanto riguarda il sistema operativo, presenta evidenti lacune nel campo della telefonia mobile. Gartner prevede che anche in questo caso, anche se i dispositivi mobili Windows 8 sono recenti, riscuoteranno nel tempo un forte appeal.

La seconda previsione fatta dalla società di ricerca riguarda gli . secondo Gartner, infatti, entro il 2013, nei paesi in via di sviluppo verranno prodotti i primi a 50 dollari. I nuovi entrati nel mercato degli , compresa la Cina, hanno contribuito a far calare la curva dei costi di produzione.

La combinazione tra prezzi più competitivi e l’apertura di nuovi canali di mercato si tradurrà in cellulari dal costo di 50 dollari” e per questo motivo, fa sapere Mark Hung, Direttore della ricerca Gartner, che “I produttori globali di smartphone dovranno riesaminare le loro strategie di vendita per comprendere come poter competere con prodotti di fascia bassa che raggiungono i 50 dollari. Nel caso decidessero, invece, di arrendersi alla concorrenza, sarebbe il caso che si dedicassero soltanto a prodotti di fascia alta”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This