ICT & Telco

4G LTE: abbonati cresciuti del 599% nel 2012

lte

I servizi di connettività si diffonderanno fortemente durante il 2013, superando a livello mondiale la soglia simbolica dei 100 milioni.

La società di ricerca IHS iSuppli stima, infatti, che gli abbonati mondiali a servizi 4G LTE dovrebbero raggiungere quest’anno i 198.1 milioni dai 92.3 milioni del 2012, con un incremento straordinario del 115%. La diffusione di questa tipologia di connettività è stata molto rapida. Nel 2010, anno di introduzione, gli abbonati iniziali erano soltanto 612mila, ma già nel 2011 risultavano essere 13.2 milioni; per poi crescere di uno straordinario 599% in un solo anno e arrivare a sfiorare i 100 milioni a fine 2012. Il ciclo di adozione rapida dovrebbe proseguire nei prossimi anni e IHS iSuppli stima che, nel 2016, 1 miliardo di persone saranno abbonati 4G LTE, con un tasso di crescita annuale medio (CAGR) del 139%.

La società di ricerca ritiene che simili risultati saranno raggiunti grazia al desiderio dei consumatori di contenuti e applicazioni più ricchi e di connessioni più rapide, fattore che continuerà a spingere gli operatori ad investire nello sviluppo e ammodernamento dei network. IHS iSuppli ritiene, però, che la frammentazione delle frequenze e l’utilizzo di bande molto differenti complichino lo scenario e frenino il pieno sviluppo e la piena diffusione delle tecnologie 4G LTE.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This