Market & Business

YouTube continua a puntare sui canali. Vevo è il prossimo investimento?

vevo1

continua a investire sui canali sviluppati in partnership. Secondo informazioni raccolte da All Things D, la società starebbe per comprare una quota di minoranza del sito musicale . L’accordo tra le due compagnie sarebbe stato già raggiunto ma non finalizzato.  distribuisce video musicali, grazie ad una joint venture tra due dei maggiori detentori di diritti musicali, Universal Music e Sony Music, e al supporto di importanti investitori esterni come Abu Dhabi Media.

Google, proprietario di YouTube, ha già investito fortemente, l’anno scorso in , altro servizio/canale che utilizza la piattaforma per distribuire contenuti video, in questo caso relativi ai video game.

Entrambi gli investimenti rispondo alla precisa strategia, chiarita a fine anno, di investire in maniera maggiormente focalizzata rispetto ai tentativi iniziali. Molte società d’analisi hanno, infatti, confermato che tra i canali finanziati sono un numero ristretto quelli che generano la maggioranza delle visualizzazioni. Machinima, a Dicembre, risultava il quinto canale per numero di visualizzazioni negli USA (più di 26 milioni di visitatori unici) e quello capace di generare maggiore engagement (68.1 minuti per visitatore unico). Vevo è da tempo il primo canale per visualizzazioni (circa 50.5 milioni di visitatori unici a Dicembre negli USA) e ha un livello di engagement tra i più alti, se anche minore di quello di Machinima (quasi 38 minuti).

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Google: trattative in corso con Vevo per un nuovo accordo? | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This