Legal & Digital Rights

L’Acta spacca l’Europa e la Commissione è costretta a prenderne atto

ue

L’Acta, il controverso accordo internazionale anti-contraffazione e sulla protezione del in rete, spacca l’Europa e la è costretta a prendere atto dell’impossibilità di raggiungere una mediazione. La Commissione aveva negoziato a nome dell’Ue il trattato, ma diversi paesi membri lo avevano bocciato e il Parlamento Europeo lo aveva a sua volta respinto (Luglio). Molti sostengono infatti che l’accordo commerciale violi i valori fondamentali sanciti nei Trattati dell’Unione Europea e le libertà/diritti individuali.

La Commissione Europea aveva così chiesto chiarimenti alla Corte Europea sulla compatibilità dell’accordo con i valori fondamentali sanciti nei Trattati da cui nasce l’UE. Pia Ahrenkilde, portavoce dell’organo comunitario, dopo la riunione settimanale dei commissari, ha ieri annunciato, però, che la Commissione ha “deciso di ritirare” la richiesta di un parere alla Corte, su invito della stessa, perché non “non c’è nessuna chance realistica di un accordo” a livello UE.

I commenti alla decisione della Commissione non si sono fatti attendere, sopratutto da parte del gruppo parlamentare europeo dei Socialisti & Democratici (S&D). L’eurodeputato Bernd Lange, portavoce per il commercio internazionale del gruppo, ha dichiarato: “Sono felice che tutto ciò sia finito. Il nostro Gruppo ha criticato tutti gli errori commessi durante l’intero percorso fin dall’inizio delle negoziazioni, è stato negoziato in segreto e mette insieme elementi discordanti come i beni contraffatti e il copyright sul web. In primis, la mancanza di chiarezza ha prodotto timori tra gli utenti di internet e molti esperti hanno messo in guardia le persone riguardo alle minacce ai diritti fondamentali. Dobbiamo ricominciare da zero, noi vogliamo combattere la contraffazione e siamo disponibili a cominciare prima possibile per trovare una giusta soluzione.” “Adesso attentiamo una proposta dalla Commissione per una legislazione moderna sul copyright e i diritti digitali”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This