ICT & Telco

Google Fiber: 140 miliardi per portare la connessione da 1 Gbps in tutti gli Stati Uniti

Google-Office-Freshome

Il lancio dell’offerta di connessione ultra-veloce in via sperimentale a Kansas City ha attirato molta attenzione sia per l’ingresso in un nuovo mercato del gigante sia per le performance promesse. Due analisti di mercato di mercato di BTIG, Rich Greenfield e Walter Piecyk, si sono recati nella città per verificare le performance reali. Il report offre dettagliate informazioni ed è scaricabile, previa registrazione (email aziendale), sul sito della società.

I due analisti confermano che la velocità effettiva è di un Gbps (ovvero un gigabit per secondo), una velocità 75-100 volte quella offerta dai normali provider e per un prezzo simile (70 dollari al mese). Inoltre, i tempi di istallazione sono molto rapidi e i tecnici puntuali (appuntamento preciso e non una finestra oraria); anche se sono necessarie due squadre tecniche una per l’esterno (che istalla la fibra ottica dalla cabina all’esterno della casa) e una per l’interno (che istalla un numero variabile di apparecchi a seconda se si richiede il servizio aggiuntivo di TV per ulteriori 50 dollari).

La sottoscrizione di un abbonamento di due anni porta in regalo un Google Nexsus 7, oltre al telecomando , molto semplificato rispetto ai primi esperimenti per la TV Google. I servizi televisivi hanno ancora qualche difetto, soprattutto in termini di ampiezza dell’offerta, ma innovano decisamente in quanto all’interfaccia (ad esempio permettendo la ricerca di tutte le versioni disponibili di un programma in diversi servizi e canali).

I due analisti concludono il report dichiarando apertamente di essere stati sorpresi dall’offerta e che i consumatori dovrebbero sperare in un veloce ampliamento all’intero paese. A stimare i costi per l’ipotetica offerta di un simile servizio in tutto il paese, ovvero l’ingresso massiccio di Google nel settore dei provider di connessione, ci ha pensato Goldman Sachs, smorzando parzialmente gli entusiasmi.

Google per sviluppare un simile servizio in tutto il paese, seconod le stime della banca d’affari,  dovrebbe investire circa 140 miliardi di dollari. La compagnia ha in cassa circa 45 miliardi di dollari, quindi per espandersi nel settore sarebbe costretta ad indebitarsi fortemente.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Google Fiber in arrivo a Austin in Texas | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This