Device

I tablet Linux in arrivo a Gennaio 2013

PP

I primi open source dovrebbero arrivare sul mercato a Gennaio 2012. L’azienda statunitense ha annunciato di essere riuscita a raccogliere, tramite crowdfunding , i fondi per avviare la produzione di massa di due tablet , uno da 7 e uno da 10 pollici.

L’azienda ha racimolato una somma maggiore (quasi 73mila dollari) rispetto a quella inizialmente richiesta (49000) e potrà ora immettere sul mercato i due device che dovrebebro costare rispettivamente 99 e 120 dollari. I tablet possono utilizzare sia il sistema operativo Linux sia il più comune Android, un approccio tipicamente dual boot. Hanno schermi a bassa risoluzione, 1 Gigabyte di RAM, una memoria flash da 8 GB, e un chip Allwinner A10 da 1.2 Gigahertz.

Neal Peacock, fondatore della società, spiega l’iniziativa dichiarando: “I fanatici di Linux come me probabilmente hanno acquistato uno smartphone Android,  ma non è aperto e non supporta tutti i programmi a cui siamo abituati. Per questo il nostro obiettivo è costruire un tablet Linux potente e libero dalle restrizioni di Google e Android“.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: PengPod contro le restrizioni di Android | AndroidUp

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This