Legal & Digital Rights

Iran: per accedere al web servirà la carta d’identità biometrica

smartnationcard

La autorità iraniane pochi giorni fa hanno introdotto la carta di identità biometrica. Il nuovo documento sarà necessario per accedere alla Internet.

La novità, presentata come un passo in avanti nell’innovazione tecnologica durante una cerimonia tenutasi nella città di Qom, importante centro religioso per il clero sciita, oltra a fungere da documento di identità, servirà come chiave di accesso ad Intenet. Una decisione questa che secondo molti mira chiaramente a render la vita dei dissidenti politici ancora più complicata.

Il documento conterrà, infatti, le impronte digitali e numerose informazioni sul cittadino, ponendo un ulteriore forte ostacolo all’utilizzo libero della rete, già fortemente limitato tramite controlli e blocchi, nonchè il perdurante progetto di creare una rete separata conforme ai precetti religiosi islamici (o meglio alle interpretazioni ufficiali di questi precetti del clero al potere).

Entro cinque anni, in ogni caso, ogni cittadino iraniano con più di 15 anni dovrà possedere il documento biometrico, rendendo, sostanzialmente, firmato qualsiasi contenuto inserito in rete. Naturalmente, con molta probabilità, i dissidenti riusciranno a trovare modi per aggirare il problema, ma senza dubbio si tratta di un ulteriore brutto colpo per libertà di espressione nel paese.

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This