App

IDC: Microsoft è terza tra le preferenze degli sviluppatori per il mobile

idc-logo

La società di ricerca sostiene che il prossimo anno sarà decisivo per il settore del software  soprattutto per Microsoft. Secondo la società di analisi, infatti, le piattaforme mobili “che non riescono a rompere il muro del 50% di sviluppatori ‘molto interessati’ nello sviluppo di applicazioni per loro – si legge nel rapporto – si avvieranno su una strada di graduale declino“. Il 2013 per la IDC sarà dunque “un anno di resa dei conti nel settore dei software per dispositivi mobili“.

Dall’indagine condotta come ogni trimestre da IDC, in collaborazione con “Appcelerator” (basata su interviste a più di 4.800 sviluppatori di applicazioni mobili), è emerso che solo il 33% degli sviluppatori si dichiara “molto interessato” allo sviluppo di applicazioni per Windows 8 e il 21% per il software del Windows Phone 7. Per contro, l’85% degli sviluppatori si sono dichiarati “molto interessati” all’ipotesi di scrivere programmi per il software degli smartphone Apple; e l’83% degli sviluppatori esprime una preferenza per il software dell’iPad.

Avviene così che Microsoft si collochi al terzo posto nell’indagine IDC preceduta da Google, che riscuote l’interesse del 76% degli sviluppatori per Google Phone , e del 66% degli sviluppatori per tablet . In ultima posizione, invece, si colloca Research In Motion – RIM che riscontra “la simpatia” soltanto del 9% degli sviluppatori; una quota che scende addirittura all’8% per i tablet PlayBook.

Ecco dunque che per Microsoft la competizione si sta facendo dura: se intende restare nella partita del mercato mobile, ora che ha lanciato sul mercato Windows 8 per mobile su device Nokia, e la novità sta attraendo maggiori consumatori; secondo IDC dovrà anche far crescere il suo bacino di sviluppatori per rafforzare la propria offerta di contenuti e servizi per gli utenti.

In un mercato altamente competitivo e fatto di prodotti sofisticati come quello dell’ICT, gli sviluppatori rappresentano un ingranaggio fondamentale della produzione. In parte potrebbe essere utile tenere conto anche delle preferenze degli sviluppatori a livello di software, poiché sempre secondo la ricerca di IDC, la maggior parte del campione totale (66%) preferisce scrivere applicazioni mobili con software open-standard Web HTML5. Dunque, promuovere l’utilizzo di questi sistemi per lo sviluppo dei propri software mobile, potrebbe rappresentare una carta da giocarsi per Microsoft; con l’intento di attrarre la maggior parte degli sviluppatori presenti oggi sul mercato.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This