Media

YouTube: nuovi finanziamenti per canali professionali

youtube

incrementa i propri sforzi nel settore della produzione di contenuti originali. L’anno scorso la società aveva messo sul piatto 100 milioni di dollari per la creazione di 100 canali originali sulla piattaforma; ora, stando a quanto riportato da Advertising Age, raddoppierebbe i propri sforzi con un secondo round di finanziamenti per i canali creati.

Non tutti i canali sviluppati in partnership parteciperanno però a questo secondo giro di finanziamenti che dovrebbe iniziare nelle prossime settimane. Il 60-70% dei canali non riceverà, infatti, nuovi capitali. La cifra stanziata dovrebbero essere più o meno equivalente a quelle precedente, che si è aggirata tra 1 e 5 milioni di dollari per canale.

YouTube, dopo l’esperienza dell’anno passato che ha coinvolto società e contenuti molto differenti tra loro, ha qualche idea in più su quale tipologia di contenuti originali funzionino sulla piattaforma; non stupisce che si tratti di contenuti rivolti a un’audience giovanile (humor, musica, automobili e sport).

Jamie Byrne, responsabile mondiale contenuti per la società, ha spiegato che l’obiettivo iniziale della nuova strategia di YouTube era “avviare l’ecosistema, portare in esso grandi creativi, per approfondire le nostre relazioni con gli inserzionisti e per far crescere l’audience.”

La piattaforma ora intende focalizzare più i propri investimenti sui canali di successo. “Abbiamo analizzato l’audience che sono riusciti a raggiungere, il costo dei contenuti, e da questa analisi siamo stati in grado di determinare i canali che stanno offrendo il miglior ritorno per i nostri investimenti.”

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: YouTube continua a puntare sui canali e potrebbe investire in Vevo | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This