Market & Business

Tablet e smartphone: 70% dei dispositivi venduti, 1.2 miliardi nel 2013

smartphone-and-tablet

e rappresentano una fetta sempre più consistente dei device complessivi acquistati nel mondo. A fine anno saranno stati venduti  821 milioni di e smartphone, pari al 70% dei tutti i dispositivi computerizzati venduti nel 2012. E’ quanto stimano gli analisti di Gartner in una recente analisi da cui provengono le nuove stime del settore.

Per molti business smartphone e tablet non sostituiranno completamente i PC, ma l’ubiquità degli smartphone e la crescente popolarità dei tablet stanno cambiando il modo in cui le aziende guardano alle loro strategie per i device e i modi in cui i consumatori adottano i dispositivi“, ha spiegato Carolina Milanesi di Gartner.

Le vendite di tablet e smartphone dovrebbero così continuare a crescere e superare abbondantemente la soglia del miliardo già l’anno prossimo, toccando gli 1.2 miliardi. Gartner stima che tali tipologie di device saranno sempre più spesso utilizzati per ragioni di lavoro. Entro il 2016 due terzi della forza lavoro mondiale dovrebbe possedere uno smartphone e il 40% li utilizzerà per il lavoro.

I tablet sono, però, il fattore principale che accelera l’adozione di modalità lavorative mobili, con acquisti stimati da parte delle aziende che dovrebbero superare i 13 milioni di unità quest’anno e quadruplicare entro il 2016 (53 milioni).

Gartner ritiene che Android e Apple continueranno a sottrarre clientela business a RIM e che la penetrazione di Android in questo mercato sarà particolarmente consistente. Il 56% degli smartphone acquistati da aziende nel 2016 avrà, infatti, il sistema operativo di Google (+34% rispetto al 2012). La società di ricerca stima infine che sempre entro il 2016 Windows salirà al terzo posto dietro Apple e Android come sistema operativo più usato nei tablet, con una maggiore prevalenza nel mercato business. La penetrazione dei dispostivi con sistema Microsoft, secondo gli analisti, avverrà soprattutto grazie ai tablet “ibridi”, che sono dotati di tastiera separabile, la quota di mercato di Microsoft dovrebbe così raggiungere nel 2016 il 39%.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This