ICT & Telco

3 Italia apre alla collaborazione sulle reti Lte

3italia_logo

3 Italia apre alla collaborazione tra operatori per lo sviluppo delle reti mobili a banda larga di quarta generazione. “Fare una insieme mi sembra un’idea molto intelligente, ma non so perché’ c’è sempre qualcuno che si defila. Io ci starei”. Ha dichiarato, infatti, Vincenzo Novari, amministratore delegato della società commentando la recente proposta dell’amministratore delegato di Wind, Maximo Ibarra.

Ibarra aveva proposto ai concorrenti la condivisione delle infrastrutture e delle frequenze LTE per favorire lo sviluppo rapido del settore. Telecom Italia era stata la prima a rispondere, per quanto in maniera parzialmente ambigua.  Marco Patuano, AD dell’ex monopolista aveva infatti replicato: “La condivisione tra gli operatori della rete per le frequenze mobili LTE è interessante ma attenzione a condividere la rete ; la concorrenza sul è stata possibile proprio perché c’è stata concorrenza di infrastrutture“.

Ora arriva la replica di 3 Italia. “E’ una provocazione che colgo e che rilancio invitando tutti a sedersi attorno a un tavolo – dichiara l’AD della società – se ci sediamo intorno ad un tavolo una soluzione condivisa la troviamo”. Novari ritiene fattibile sia il coordinamento dei vari progetti, sia la realizzazione di un unico progetto coordinato. La realizzazione delle reti Lte “può – secondo l’AD – partire dall’iniziativa autonoma delle quattro società oppure da un progetto coordinato a livello centrale dal Ministero dello Sviluppo Economico”.

Novari ha anche ricordato quali sono a suo parere i vantaggi del mobile rispetto a quello fisso. Per lo sviluppo dell’ultra fisso “ci vuole un sacco di tempo e costa un sacco di soldi”, mentre per l’Lte “in due anni con 1.5-2 miliardi possiamo collegare tutta l’Italia compresi i 2.500 comuni in digital divide”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This