eBusiness

Amazon: 50mila dipendenti in più per le vendite natalizie

Amazon: presto uno smartphone 3D?

Il mercato dell’e-commerce si prepara all’espansione per le festività natalizie, infatti, il leader del settore Amazon ha già annunciato che assumerà 50000 lavoratori stagionali negli USA; per far fronte all’aumento degli acquisti nel periodo di Natale.

Alcuni dei lavoratori stagionali potrebbero, però, crearsi una carriera più stabile all’interno della compagnia. Dave Clark, Vicepresidente Global Customer Fulfillment di Amazon, ha infatti sottolineato che “I collaboratori temporanei giocano un ruolo critico nel soddisfare la crescente domanda dei clienti durante la stagione delle vacanze, e ci aspettiamo che migliaia di collaboratori temporanei restino a tempo pieno”.

Amazon, quindi, assume per coprire al meglio la stagione dei regali natalizi ma con l’intenzione, almeno parziale, di espandere la propria organizzazione per rispondere al buon andamento generale del settore e al suo personale primato.

Il gigante dell’e-commerce non ha fornito numeri precisi, ma sostiene che le assunzioni quest’anno saranno leggermente di più rispetto a quelle dell’anno scorso.

Anche i concorrenti di Amazon nel settore della distribuzione, si stanno preparando a loro volta alla crescita di richieste per Natale. Ad esempio, Wal-Mart Stores pianifica anch’essa l’assunzione di 50mila stagionali, ed anche in questo caso un numero leggermente superiore al passato. Target Corp, addirittura, assumerà tra gli 80mila e i 90mila dipendenti temporanei o stagionali, ma in controtendenza rispetto all’anno precedente (nel 2011 Target Corp contò 92mila risorse).

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This