News

Twitter: 1 utente su 4 non ha mai inserito Tweet

twitter_logo

L’utente tipico di ha un profilo socio-demografico molto particolare. Una buona parte degli utenti han un numero limitato di followers e non inserisce molti contenuti nella piattaforma. Niente di inatteso, ma molte conferme e qualche curiosità in un nuovo studio effettuato, analizzando i comportamenti di 36 milioni di utenti, dalla società di analisi, specializzata in social media, Beevolve.

L’utente tipico della piattaforma di micro-blogging è, secondo al ricerca, giovane e di genere femminile, possiede un iPhone e ha 208 followers.

Il 53% degli utilizzatori risulta essere di genere femminile e il 73.7% ha tra i 15 e i 25 anni. Le utenti sono comparativamente più giovani degli utenti e aggiornano più spesso il proprio profilo (in media 610 tweet vs 567). Questo, tenendo presente che molti utenti non hanno mai inserito tweet nella piattaforma (25%).

Il genere influisce molto anche sulle tematiche maggiormente discusse, almeno stando all’analisi delle keyword inserite dagli utenti nella proprio bio. L’entertainment, nelle sue varie declinazioni, è in assoluto la tematica maggiormente frequente. Le utenti discutono, però, maggiormente di famiglia, moda ed istruzione; mentre gli utenti significativamente di più di tecnologia, sport, imprenditorialità ed entertainment. Forte, inoltre, l’influenza dell’età sulla scelta delle keyword da inserire nella bio; ma si deve considerare che il 70% degli utenti non ha specificato alcun argomento nella propria descrizione.

La stragrande maggioranza degli utenti (81.1%) ha, in ogni caso, meno di 50 followers; con una media che si ferma a 208 e 6 utenti su 100 che non sono seguiti da nessuno. Tendenza analoga, inoltre, per quanto riguarda i profili seguiti, il 74.1% degli iscritti segue meno di 50 profili, con una media di 102 profili seguiti e un utente su 10 che non segue gli aggiornamenti di nessuno.

Twitter, per quanto si stia espandendo in tutto il mondo, continua, inoltre, ad avere un utenza prevalentemente anglosassone. (USA 50.99%; UK 17.09%; Australia 4.09%; Brazil 3.44%; Canada 2.92%.).

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This