eBusiness

Accenture: preoccupante lo spread digitale tra Italia e Germania

Spread Digitale

Lo spread tra il bund tedesco e il Btp italiano preoccupa i mercati, ma ce n’è un altro che pone l’Italia in una posizione molto più arretrata rispetto alla Germania. È lo spread digitale, vale a dire la distanza che separa i due Paesi nella realizzazione degli obiettivi previsti dall’Agenda digitale europea: un valore che nel 2011 si è attestato a 4.525 punti, cioè oltre dieci volte quello tra i due titoli di Stato.

E’ quanto emerge da una ricerca proposta da Accenture nel corso del convegno Between Italia+smart, dove una platea di addetti ai lavori si interroga sulle misure più utili per far uscire l’Italia dal guado puntando sull’innovazione e le tecnologie. Secondo la ricerca, in Germania è stato raggiunto l’87,7% degli obiettivi, contro il 42,5% dell’Italia. Una differenza, appunto, di 4.525 punti, un numero che descrive meglio di tante parole una situazione a cui il decreto ‘Crescita 2.0’, esaminato proprio oggi dal Consiglio dei ministri e con al centro anche l’agenda digitale, intende dare una consistente accelerazione.

Guardando alle principali voci che rappresentano gli obiettivi principali al 2015 contenuti nell’Agenda digitale, emerge che lo scostamento più evidente tra i due Paesi è quello relativo al commercio elettronico (l’obiettivo è che almeno il 50% della popolazione faccia acquisti online): la Germania è al 64%, l’Italia arranca al 15%. Anche sull’e-governement si procede con lentezza: l’obiettivo che se ne serva il 50% dei cittadini è stato raggiunto al 50% dai tedeschi e al 22% dagli italiani. È comunque, più in generale, l’uso di Internet a trovare ancora ostacoli: l’Agenda digitale prevede che il 75% della popolazione lo utilizzi, ma se la Germania ha quasi centrato l’obiettivo (77%), l’Italia è ancora indietro (51%).


Certo è che se l’Italia non potenzierà la sua rete, l’Agenda digitale resterà un miraggio.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This