News

Facebook cancella migliaia di account falsi

facebook

ha incrementato i propri sforzi contro lo spam e ha iniziato a cancellare migliaia di account e Page Like falsi. Non è ancora chiaro quanti siano gli account colpiti, ma alcune pagine business del popolare social network sembra abbiano riscontrato una sostanziale diminuzione dei propri fan.

La compagnia aveva annunciato, a fine Agosto, un’iniziativa per migliorare la trasparenza, l’autenticità e  l’ ”integrità del sistema”; ora ha iniziato a fare sul serio.

Facebook aveva spiegato che l’operazione avrebbe comportato, per le pagine, una perdita inferiore all’1% dei propri fan. Nonostante la massiccia pulizia sembra avesse, almeno in parte, sovrastimato il numero di . Secondo Page Data, un servizio di analisi della popolarità su Facebook, la pagina Texas HoldEm Poker di Zynga, una delle più popolari (circa 63 milioni di Like), avrebbe perso 96mila fan, pari a circa lo 0.15% del totale. Numerose altre pagine di successo avrebbero perso a loro volta decine di miglia di fan, ma con percentuali ancora inferiori (vicine allo 0.03%).

Il social network spiegava nel post con cui annunciava l’iniziativa che intendeva migliorare i sistemi automatizzati per rimuovere “quei Like guadagnati tramite malware, account compromessi, utenti truffati, o comprati in massa”. Facebook precisava, inoltre, di aver “sempre avuto protezioni dedicate a ciascuna di queste minacce” e che i miglioramenti erano in grado di individuare ed eliminare i Like sospetti.

La nuova fase della lotta allo spam potrebbe, inizialmente, preoccupare i gestori della pagine e causare disguidi con alcuni utenti, ma dovrebbe permettere un miglioramento delle metriche nella piattaforma e favorire l’istaurazione di una relazione maggiormente realistica con i propri fan. Brand e personalità abituate a gestire la propria presenza sui social media in modo poco chiaro, al contrario potrebbero ricevere un brutto colpo alla propria immagine. Se, infatti, in media la perdita di fan sembra bassa in termini percentuali, TechCrunch riporta, a titolo di esempio, il caso di un imprenditore che avrebbe visto i Like alla propria pagina passare da 7100 a 5800, con una perdita sostanziale del 18% dei propri fan. Le motivazioni di una presenza così forte di fake possono essere molte, e non necessariamente legate a comportamenti scorretti dell’imprenditore, ma qualora un brand maggiormente noto incappasse in qualcosa di simile il risultato potrebbe essere un danno potenzialmente consistente.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This