ICT & Telco

Cloud: 2.5 miliardi di risparmi in cinque anni per PA italiana

Cloud

Il potrebbe far risparmiare al settore pubblico italiano circa 2.5 miliardi di euro in cinque anni. La riduzione dei costi potrebbe toccare, complessivamente, i 6.2 miliardi di euro l’anno per i paesi dell’Europa Occidentale.

Le stime provengono dall’istituto di studi danese Copenhagen Economics, a cui Microsoft ha commissionato uno studio sui vantaggi economici del computing.

L’istituto stima la riduzione annuale dei costi per l’Italia pari a 0.5 miliardi, con diminuzione degli investimenti in conto capitale e di spese operative. I risparmi deriverebbero principalmente da riduzione dei costi per  apparecchiature informatiche e conseguenti minori spese per la loro alimentazione e il raffreddamento. “Un vantaggio per i Paesi fortemente indebitati come l’Italia è la facilità di gestione della liquidità nel settore pubblico perché consente di risparmiare sulle nuove attrezzature acquistando i servizi“.

L’Unione Europea sembra averlo capito e dovrebbe lanciare la propria nuova strategia sul cloud a fine Settembre. Mark Lange, responsabile di Microsoft Europe, riferendosi proprio alla nuova iniziativa europea, ha commentato i risultati della ricerca dichiarando: “Il cloud computing è l’ultima frontiera del mondo digitale e la nuova strategia Ue ci aiuterà a realizzarlo. La potenza informatica diventerà come un’utility per cui si paga ciò che si consuma, ma con la flessibilità di poterlo fare come, quando e dove lo si vuole

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Cloud: 2.5 miliardi di risparmi in cinque anni per PA italiana | STUDIO STORTI

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This