App

Amazon permetterà di vendere a terzi i servizi cloud acquistati

Nuova interessante iniziativa di nel settore . Il gigante dell’ecommerce ha lanciato in versione beta un nuovo marketplace, , che permetterà ai propri clienti di rivendere una parte dei servizi cloud acquistati.

La nuova iniziativa si propone, quindi, come spazio dedicato in cui i clienti , potranno, con alcune limitazioni, rivendere ad altre organizzazioni ed aziende Amazon Elastic Compute Cloud (EC2) inutilizzato.

Amazon gestirà la transizione e depositerà i fondi ricavati nell’account del venditore, dopo aver trattenuto il 12% del prezzo di vendita.

I motivi per rivendere i servizi acquistati possono essere diversi: dallo spostamento in una differente regione Amazon Web Services, all’approssimarsi della scadenza per spazio in eccesso acquistato, alla conclusione anticipata di un progetto o al cambiamento della tipologia di servizi necessari.

Le limitazioni maggiori poste a questa nuova possibilità offerta ai propri clienti sono essenzialmente due. La prima riguarda l’ammontare massimo di servizi che possono essere venduti in un anno (50000 dollari), ma è disponibile un modulo per richiedere l’innalzamento del limite (al momento non sono chiare le condizioni e i tempi con cui saranno accettate le richieste). La seconda limitazione riguarda l’arrotondamento del tempo di validità dei servizi per difetto (un servizio valido per 9 mesi e mezzo apparirà nel marketplace con validità di 9 mesi).

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Shares
Share This