Market & Business

JPMorgan: le vendite dell’iPhone5 faranno salire Pil USA

Apple_iPhone5_JPMorgan

Secondo le stime di il nuovo , che tra poche ore sarà presentato negli , spingerà la crescita americana del Pil fra lo 0,25% e lo 0,50% in più. Quello che non è riuscito alle manovre economiche del Congresso e alla Fed, la Banca Centrale statunitense, potrebbe riuscire alla multinazionale di Cupertino.

Secondo le stime di JPMorgan, infatti, le vendite nel quarto trimestre potrebbero generare fino a 3,2 miliardi di dollari in più per l’economia. Un giro d’affari assai consistente, sul quale le aspettative ottimistiche del mercato si sono già riversate. In borsa, prima ancora del lancio del nuovo device, le azioni della hanno guadagnato lo 0,49% in più; portando così il valore delle azioni a 666,08 dollari l’una.

Secondo la relazione presentata lunedì ai propri clienti dal Capo degli analisti economici di JPMorgan Michael Feroli, ci si attende che Apple venda 8 milioni circa di nuovi iPhone 5 nel quarto trimestre con un prezzo stimato di 600 dollari l’uno.

Togliendo dai 600 dollari del prezzo di prodotto e circa 200 destinati alle spese per la componentistica importata, il Governo potrà contare su un guadagno per il mercato americano di 400 dollari a device, da contabilizzare dunque nel Pil mantenendolo intorno ad uno stabile 2% per il 2013.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This