ICT & Telco

Il MiSE ha attivato un tavolo tecnico sulle interferenze Tv-Lte

ministero_sviluppo_economico_N

Il ha attivato un tavolo tecnico per verificare le interferenze -. Gli impianti per i telefoni cellulari 4G, infatti, rischiano di oscurare la ricezione della in numerose zone del Paese.

Al tavolo tecnico partecipa anche la Fondazione Ugo Bordoni, e il Presidente della Fondazione, Alessando Luciano, ha evidenziato in un’intervista a MF, che il “punto fondamentale è quello di distinguere i problemi di oscuramento dovuti alle antenne Lte, quindi comuni a tutti gli operatori, da quelli legati invece alla vicinanza delle frequenze tlc con quelle delle tv“.

Secondo il Presidente Luciano il fenomeno probabilmente è legato ai nuovi impianti degli operatori, ha inoltre fatto presente che è in effetti da molto tempo che si studiano le possibli interferenze dei sistemi cellulari di quarta generazione, in particolare sulla ricezione televisiva.

L’esatta portata del fenomeno è da non sottovalutare – secondo il Presidente Luciano – ma potrà essere valutata esattamente solo sul campo, poiché legata anche ai differenti tipi di antenne e televisori presenti sul territorio“. Secondo il Presidente della Fondazione Bordoni, dunque, occorre “un accurato monitoraggio”: si dovrà garantire che vengano distinti, i reali problemi causati dai nuovi impianti, rispetto a quelli legati ad altre cause.

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Maurizio Solfrini

    30/09/2012 alle 21:07

    Tutto dipenderà con che potenza verranno irradiati i segnali e la distanza delle celle di trasmissione dalle antenne degli impianti di ricezione televisivi.
    Se tanto mi da tanto,visto che il segnale “lte”deve arrivare al telefonino direttamente anche se è posizionato in uno scantinato o in un posto molto depresso senza bisogno di una antenna esterna,penso che ne vedremo delle belle….se il ministero delle telecomunicazioni non ha ancora ricevuto una dichiarazione di guerra da parte degli utenti fruitori dell’ultimo switch-off. penso che prossimamente ci potrà essere la”rivoluzione”.

  2. Maurizio Solfrini

    30/09/2012 alle 21:21

    Siccome oramai si sa che le frequenze di trasmissione “lte” operano dal ch 61al ch 69 perchè ancora non è stata emanata”che io sappia”alcuna direttiva sulla produzione di centralini ed antenne con taglio o soppressione di queste frequenze?per quelli vecchi..pazienza…si vedrà dirisolvere il problema con filtri a valle delle antenne,ma si può credere che con determinate potenze il segnale non possa essere catturato lungo i cavi antenna centralino e mandarlo in saturazione? se non altro dare delle informazioni per tempo a noi antennisti e non il giorno in cui partiranno le trasmissioni.
    sinceri saluti Solfrini Maurizio.

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This