Device

Amazon: nessuna autorizzazione dalla FCC per il Kindle Fire HD?

kindle

L’altro ieri dalla California, il CEO di Amazon Jeff Bezos ha annunciato al mondo intero i due nuovi device: il Kindle Fire HD ed il Kindle PaperWhite; ma, stando a quanto riportato da Reuter, a quanto pare alcuni modelli non sono stati ancora approvati per la vendita da parte della Federal Communications Commission.

Una doccia gelata per coloro che attendevano con ansia questo lancio, poiché senza l’approvazione della , nessun device potrà essere messo in commercio. L’agenzia americana ha l’obbligo di assicurarsi che, i prodotti con sistemi di comunicazione wireless, operino in modo sicuro e che le tecnologie impiegate non interferiscano con altri segnali.

Già nelle e-mail di conferma per le pre-ordinazioni del nuovo tablet 4G: il da 8.9 pollici, infatti, si legge una nota che spiega: “Vi verrà inviata una mail con la richiesta di conferma per il pre-ordine del vostro Kindle Fire, quando sarà approvato per la vendita da parte della Federal Communications Commission“. Non vi è dubbio quindi sulla necessità di questo passaggio legale, con tutte le implicazioni che ciò potrà comportare sulle aspettative di mercato. Una portavoce di ha comunicato che intende mettere in commercio il nuovo tablet il 20 novembre, poiché entro quella data si aspetta di ricevere l’autorizzazione della FCC.

Molti analisti ed esperti giuridici hanno confermato che non dovrebbero esserci problemi nell’ottenimento in tempi brevi dell’autorizzazione dalla FCC, ma ritengono anche che è molto insolito che una grande compagnia come Amazon lasci che accada una cosa simile esponendosi a grandi rischi commerciali.

Forse la fretta è stata dettata anche dalla necessità di seguire una più stringente strategia di marketing e comunicazione per i propri prodotti, cercando di evitare l’accavallamento con il lancio del nuovo iPhone 5, che dovrebbe avvenire entro il 12 settembre. Infatti Amazon sa molto bene, proprio come gli altri competitors, che non è il caso di confrontarsi con Apple quando c’è un lancio di un suo device per non indurre atteggiamenti comparativi del consumatore. Tra l’altro il nuovo tablet 4G di Amazon “deve” essere approvato, perché rappresenta la vera punta di diamante di Amazon per competere con l’iPad della Apple nella fascia alta del mercato.

I problemi che si sono generati, sono necessariamente dovuti alla scarsa esperienza di Amazon con l’hardware, e ora si sta ripercuotendo sulla tempistica e le autorizzazioni; secondo l’analista esperto in sistemi wireless di Forrester Research Charles Golvin

Secondo Golvin né Apple, né Motorola, Samsung o Microsoft hanno mai avuto problemi di questo tipo: “Queste aziende hanno del personale dedicato il cui unico compito è quello di garantire la conformità alle norme FCC, e fanno il loro lavoro molto bene“.

Pare che Amazon abbia rilasciato un comunicato stampa ufficiale, con le descrizioni di prodotto, e nel quale si legge anche: “Il dispositivo 4G non è stato ancora autorizzato, come previsto dalle norme della Federal Communications Commission. Questo dispositivo non è, e non può essere, messo in vendita o noleggiato, fino a quando non otterrà l’autorizzazione“.

Quindi Amazon potrà per ora accettare soltanto ordini ma non è autorizzata a spedire i prodotti ai rivenditori, fino a quando non otterrà l’approvazione dell’FCC. C’è dunque da augurarsi che ciò accada presto, altrimenti la diffusione d’incertezze sul prodotto, e sulla sua messa in commercio, potrebbero ripercuotersi anche sull’andamento del mercato.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This