Device

Kobo presenta oggi i nuovi e-reader e il nuovo tablet

Kobo

Oggi la canadese Kobo, società di proprietà del portale giapponese di e-commerce Rakuten, ha annunciato l’arrivo sul mercato del suo nuovo tablet e di un più compato e-reader; l’azienda cerca così di espandere la propria quota di un mercato dominato da Amazon (che proprio oggi dovrebbe lanciare il suo nuovo Kindle Fire) ed Apple.

I due device della società di Toronto saranno sul mercato entro i prossimi due mesi e, riguardo al nuovo tablet, si sa già che si chiamerà “Kobo Arc” e sarà disponibile in due versioni; una da 8 gigabyte dal costo di 200 dollari, ed una da 16 gigabyte che ne costerà 250.

In un’intervista all’Amministratore delegato della compagnia, Mike Serbinis, è emerso che il nuovo dispositivo avrà un display da 7 pollici in alta definizione e si baserà sulla piattaforma Android; inoltre, sarà dotato di una telecamera da 1,5 gigahertz e di un processore dual-core.

Il nuovo e-reader invece, si chiamerà “Kobo Mini” e avrà uno schermo da 5 pollici, inoltre, sarà dotato di uno schermo touchscreen e-ink e di una memoria di 2 gigabyte (il prezzo dovrebbe aggirarsi attorno agli 80 dollari). Sul Kobo Mini potranno essere scaricati libri, giornali e riviste, attraverso una connessione wi-fi o, in alternativa, mediante connessione Usb.

Kobo sta inoltre per lanciare una nuova versione del suo e-reader chiamata “Kobo Glo“: avrà uno schermo da 6 pollici e un touchscreen e-ink, dotato di una luce anteriore regolabile. Il prezzo sarà intorno ai 130 dollari e di base avrà una memoria di 2 gigabyte, espandibile con una scheda micro SD.

I due dispositivi e-reader usciranno entro la fine di Ottobre, mentre Kobo Arc uscirà per la fine di Novembre, in vista quindi degli acquisti natalizi; un modo per mettersi ancor più al passo con i competitor già radicati sul mercato. D’altro canto finora la Kobo si è ritagliata un suo mercato stabile pur mantenendo un basso profilo, in particolare evitando la competizione con Amazon ed Apple, che usano la loro leadership online in supporto delle vendite dei propri device arricchiti di contenuti online. Kobo invece ha puntato a creare partnership con i rivenditori locali in diversi paesi, focalizzandosi soprattutto su un segmento di clientela composto dai cosiddetti “lettori maturi”. A differenza dei suoi rivali più grandi, Kobo si è posizionata come l’opzione locale per gli utenti in tutti i mercati nei quali opera, soprattutto grazie alle partnership con le librerie locali; che spesso commercializzano il dispositivo come una propria piattaforma di e-reading.

L’azienda è già leader nel mercato degli e-reader in Canada e in Francia, ma aveva temporaneamente subito una battuta di arresto nel mercato Usa quando la catena di librerie della quale era partner è andata in fallimento. Alla Kobo non si sono persi d’animo e stanno già siglando un accordo con la American Booksellers Association, che conta più di duemila negozi indipendenti in tutti gli Stati Uniti. Ad oggi, la società conta più di 10 milioni di lettori come propri clienti nel mondo, una fetta di mercato raggiunta in soli due anni e mezzo.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Mondadori: da oggi Kobo Arc in sessanta librerie | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This