eBusiness

Dal 2013 pronta la carta di credito PayPal?

PayPal-logo-1

ha stretto in questi giorni un accordo con la Discover Financial Services, che consentirà al noto fornitore di servizi di pagamento online e ai suoi 50 milioni di utenti negli USA, di poter effettuare pagamenti nei punti vendita con una carta di credito PayPal.

Le carte di credito PayPal saranno in circolazione dall’anno prossimo, e consentiranno pagamenti in tutti i punti vendita che già usano il sistema Discover Network per le loro transazioni, un enorme bacino di utenza raggiungibile attraverso più di sette milioni di punti vendita negli Stati Uniti.

Già nelle settimane scorse PayPal aveva annunciato la sperimentazione in Francia del sistema di pagamento e prenotazione via smartphone per la catena di fast food McDonalds; ora, con questa nuova iniziativa, la società di proprietà di punta ancor più a trasferirsi nel mondo “fisico” dei pagamenti. Lo dimostrano anche i precedenti accordi con vari retailers negli anni passati, solo recentemente se ne contano 15, tra i quali quelli con Home Depot e Office Depot.

Secondo il direttore del centro studi Mercator Advisory Group Ken Paterson, per PayPal e Discover è questo è un accordo importantissimo, poiché porterà a entrambi grandi vantaggi. “L’accordo – ha spiegato Paterson – offrirà a PayPal una strada già spianata, per entrare nel settore delle carte di credito maggiormente diffuse e accettate negli USA. Mentre per Discover, invece, l’accordo rappresenterà un incremento notevole delle transazioni, e del volume dei pagamenti, all’interno del suo network“.

Le carte di credito PayPal funzioneranno esattamente come quelle degli altri circuiti: verranno strisciate nel dispositivo, validate da un codice pin di quattro cifre, e disporranno di un codice di identificazione del proprietario. Soprattutto, saranno perfettamente compatibili con i dispositivi già predisposti all’interno dei punti vendita, un elemento importante poiché non costringerà i negozianti all’acquisto di nuovi dispositivi.

In merito alla commissione da pagare per ogni transazione non sono state fornite cifre. Da Paypal sottolineano che “sarà molto bassa”, si sottintende rispetto ai competitor. Qualora il mercato americano rispondesse bene alla nuova carta di credito PayPal, non è esclusa, l’espansione del servizo anche all’estero.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This