eGov

Agenda Digitale: per Brunetta solo un “gran fiume di parole” dal Governo Monti

renato brunetta

 “Vien quasi da sorridere nell’ascoltare il gran fiume di parole sulla che in questi giorni sono ripetute, quasi come un mantra, dai ministri del governo Monti. Programmi di investimento di diversi miliardi di euro per la larga banda, impegni per la alfabetizzazione informatica dei giovani e delle famiglie, giganteschi Data Center che dovrebbero cambiare la pubblica amministrazione, risparmi di dieci miliardi di euro all’anno grazie solo all’accentramento ed alla informatizzazione degli acquisti pubblici. Parole spese bene se non fossero, appunto, solo parole. I fatti dicono altro”. È quanto scrive l’ex ministro per la Pubblica amministrazione e innovazione Renato in un editoriale pubblicato da Il Foglio, sottolineando che “questo governo non sta lavorando a innovare ma piuttosto a rimuovere quanto è stato fatto finora”.

Tutto è fermo. Prima – sottolinea Brunetta – perchè si attendeva il famoso decreto con l’Agenda Digitale Italiana (entro maggio, no entro giugno, entro l’estate, l’estate finisce a settembre) ora perchè si attende il via della nuova Agenzia per l’Italia Digitale, domani vedremo. Per il momento il ministro Passera continua ad annunciare nuovi decreti e ad alimentare il fiume di parole. E allora ecco che siamo arrivati al punto: il governo sta lanciando programmi sui quali sa di avere un consenso largo (chi si direbbe contrario a diffondere Internet o la digitalizzazione della pubblica amministrazione) sia delle imprese che delle famiglie o sta solo prendendo tempo? Dietro tutte queste parole inutili c’è un disegno o c’è solo il nulla?“. Una lunga critica, quella dell’ex Ministro, che si conclude con una domanda: “Il lavoro fatto dai governi precedenti (e non solo del centrodestra!) in tema di economia digitale è oggi da questo governo sistematicamente demolito, sterilizzato, messo nei cassetti, reso inservibile. Perchè? Attendiamo dal presidente Monti una risposta, nei fatti, sull’agenda digitale e sul perchè in tanti mesi non solo non si sia fatto nulla ma soprattutto si sia demolito quanto fatto prima con costi a carico della collettività”.

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: Renato il Grande | Cristoforo Morandini's Blog

  2. Pingback: RASSEGNA STAMPA INNOVAZIONE E RICERCA

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This