ICT & Telco

Amazon AWS gestisce il cloud della NASA per la missione su Marte

0214-nasa-budget-mars_full_600

è nota al vasto pubblico in quanto gigante dell’e-commerce, ma è anche (e soprattutto) uno dei principali player nel settore del . Ora Amazon ha raggiunto proprio in questo campo un importante traguardo, grazie alla collaborazione con il Jet Propulsion Laboratory della .

Amazon, infatti, offre ora servizi per raccogliere e memorizzare le immagini e i metadati raccolti dal Mars Exploration Rover e dal Mars Science Laboratory. “Il Jet Propulsion Laboratory è all’avanguardia nell’adozione dei servizi di cloud computing fra tutte le istituzioni del governo federale – ha spiegato Khawaja Shams manager per i data services al JPL – a questo punto i del JPL sono pieni, e per questo stiamo rivedendo come espandere la nostra capacità computazionale. Il Cloud computing ci sta dando questa opportunità”.

Adesso, grazie ai servizi cloud di Amazon, è disponibile anche il sito mars.jpl.nasa.gov, che consente di ottenere immagini, video e sviluppi a chiunque in modo rapido e senza dover costruire e gestire la struttura “in-house”. La missione continuerà ad utilizzare AWS per automatizzare l’analisi delle immagini provenienti dal pianeta, e darà agli scienziati più tempo per identificare i rischi potenziali o le aree di particolare interesse scientifico.

Il Jet Propulsion laboratory ha collaborato con diversi fornitori di cloud computing in passato, tra cui Microsoft, Google e Lockheed, valutando ogni opzione per progetti specifici ed esigenze – ha spiegato Shams, che riassume così la ricetta del JPL – tutto sta nel trovare il cloud giusto per il lavoro giusto”.

Una partnership, quella di Amazon AWS con l’Agenzia aerospaziale americana, che conferma la qualità del servizio avviato nel 2006 e che dopo sei anni vede tra i suoi clienti su scala mondiale migliaia di aziende in 190 paesi. Un servizio che nonostante il black out avvenuto a fine giugno in Virginia, continua a rappresentare una piattaforma aperta, flessibile e sicura dai costi ridotti; ecco perché può vantare partnership anche con Yelp, Netflix e Pinterest.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This