Focus

Gli italiani e le vacanze: le comprano online e portano con se il tablet…

629047.TIF

Secondo uno studio condotto da Netcomm e Human Highway, l’82% degli Italiani che effettuano acquisti online (11,3 milioni negli ultimi 3 mesi), ha dichiarato di aver cercato informazioni sul Web per definire la propria vacanza estiva.

La principale ragione è quella delle opportunità di risparmio rintracciabili in rete. Gli italiani stanno prendendo consapevolezza, giorno dopo giorno, delle opportunità che il Web offre loro e i tassi di crescita lo confermano. 11,3 milioni di utenti che effettuano acquisti online, infatti, vuol dire rivolgersi al 42,5% dell’utenza Internet in Italia.

Ma quali servizi o prodotti acquistano gli italiani online? Al primo posto spiccano i prodotti turistici, (più in particolare biglietti di viaggio per aerei, treni o navi) che rappresentano il 16,8% del campione.

Seguono tra gli alti; libri, computer, periferiche per PC e quant’altro; ma a colpire sono le percentuali relative all’acquisto di soggiorni. Il 7,4% del campione, infatti, ha acquistato pacchetti vacanze, soggiorni in hotel o villaggi.

Si tratta di dati significativi, poiché sottolineano la rilevanza che ha per gli italiani la spesa online nel settore vacanze e correlati. Secondo l’Osservatorio Netcomm – Politecnico di Milano, sull’ italiano la spesa per turismo online equivale al 55%. Se provassimo a scomporre il dato, troveremmo questi valori: il 31,2% degli acquirenti online ha comprato un biglietto di viaggio; un soggiorno invece, è stato acquistato dal 25,8% degli utenti. Ma anche tra gli acquisti correlati, come l’abbigliamento per le vacanze, i dati parlano di acquisti effettuati dal 12 – 14% del campione.

Come ha evidenziato Roberto Liscia, Presidente di Netcomm – Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, commentando i dati: “La ricerca ha sottolineato ancora una volta l’importanza del canale online per lo sviluppo del settore turistico – ed ha aggiunto – In un momento di congiuntura negativa, gli Italiani mostrano di cogliere, ancora più che nel passato, tutte le opportunità che la Rete offre loro in termini di risparmio, sicurezza e possibilità di confrontare le diverse offerte per le vacanze“.

Ma un altro aspetto importante rilevato da Liscia è che l’e-commerce rappresenta solo una parte del giro d’affari legato al turismo e ad Internet. L’ ad esempio, muove volumi di spesa circa 4 volte superiori a quello dell’e-commerce.

Infocommerce: gli italiani prima dell’acquisto chiedono in giro…

Dalla ricerca emerge, infatti, quanto il ruolo di Internet sia importante nelle decisioni di acquisto e nella prenotazione delle vacanze. Come si è detto, ben l’82% degli acquirenti dichiara di essersi informato su alcuni servizi o aspetti della vacanza, prima dell’eventuale acquisto; mentre solo il 18% del campione dichiara di non averlo fatto.

Parliamo di ben nove milioni d’individui, che nel 34% dei casi (più di 3 milioni di persone) hanno cercato quasi tutte le informazioni sulla propria vacanza online. Questo dato rende consapevoli di quanto risulti importante il ruolo giocato dall’infocommerce e dalla ricerca nel web di informazioni attendibili, nel condizionare le scelte d’acquisto degli utenti.

Per esempio, se parliamo di biglietti e soggiorni, si nota che (soprattutto per i soggiorni) gli utenti ricorrono all’infocommerce e alle valutazioni degli altri utenti. Per valutare il possibile acquisto di un soggiorno, il 22% di loro vi ricorre più di tre volte, il 14,5% due o tre volte, il 7,4% una volta sola, mentre solo il 3% di loro non cerca informazioni. Il biglietto di viaggio, invece, in un caso su tre viene acquistato, senza verificarne la qualità o le alternative, ricorrendo ai consigli degli utenti.

Sempre connessi anche sotto l’ombrellone…

Un altro dato importante che emerge dalla ricerca è che gli italiani che acquistano online non rinunciano a essere connessi, nemmeno quando si trovano in vacanza, e non solo per ragioni di puro svago o legate alla meta scelta. Il 60% degli acquirenti online degli ultimi tre mesi andrà in vacanza con un device mobile per connettersi a Internet (Tablet, Smartphone, ecc.), e tra i due servizi ritenuti più utili da avere sui propri dispositivi, vengono indicati la posta elettronica (62,4%) e le mappe geografiche della città (38,5%).

Seppur con percentuali inferiori, troviamo un’ampia gamma di servizi: gli orari dei treni/autobus/navi (16,9%), siti e applicazioni per notizie legate all’attualità (15,4%), guide ai ristoranti e agli hotel (13,1%) e in fine il servizio di Internet banking (13,1%). In conclusione, anche durante i momenti di relax estivi il popolo del Bel Paese sente l’esigenza di essere online.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This