Market & Business

Londra incanta Microsoft, dopo aver conquistato Amazon e Facebook

London - Tower Bridge and the Thames. (© Jason Hawkes)

attrae sempre più spesso investimenti da parte delle multinazionali della tecnologia. Da tempo sede privilegiata per uffici e servizi finanziari, ora le sponde del Tamigi attraggono per le reti di innovazione e creatività.

vuole creare in città un hub dedicato all’innovazione, al design e allo sviluppo, particolarmente nel settore dei servizi audiovisivi e televisivi di prossima generazione. vorrebbe dar vita una sua divisione focalizzata sullo sviluppo mobile.

si unisce oggi al gruppo e sembra intenzionata ad apri uno studio per lo sviluppo e il design di video per la console della società, . Lo studio si unirà alle attività della compagnia già presenti nella città. E, in particolare, alle società sviluppatrici di game, Lionhead e Rare; e alla società attiva nei programmi televisivi interattivi, Soho Productions. Integrandosi nei Microsoft Studios, la divisione della multinazionale dedicate allo sviluppo di game.

Un portavoce della compagnia, che sta assumendo senior manager per dirigere il nuovo studio, ha dichiarato: “Questa regione è un mercato chiave per noi e noi continuiamo a coltivare i migliori talenti e a focalizzarci sulla crescita del nostro business, concentrandoci sulla continua espansione del business Microsoft Studios nella regione“.

Londra ancora una volta viene scelta per raggiungere questo obiettivo, per incrementare la presenza in Europa e per attingere ai servizi e alle reti creative ed innovative della metropoli.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This