Market & Business

Nasdaq si prepara a rimborsare gli azionisti di Facebook

Nasdaq

sembra essere intenzionato a rilasciare entro la prossima settimana il suo piano di compensazione per gli investitori che sono stati danneggiati dai problemi che hanno causato un ritardo nell’apertura delle contrattazioni durante l’offerta pubblica iniziale di .

A riportare la notizia è stato il canale Fox Business, riaprendo così il dibattito sul caso della turbolenta  del social network di Mark Zuckerberg.

La soluzione che sarebbe stata adottata prevede lo stanziamento di una cifra per coprire i danni economici arrecati, probabilmente superiore all’iniziale stima di 40 milioni di dollari, che sarà versata totalmente in contanti, eliminando così del tutto l’ipotesi circolata nei primi giorni, che vedeva accostare all’accordo monetario una parte in agevolazioni e sconti per l’acquisto di ulteriori titoli. L’idea era stata prontamente criticata dalle altre realtà che operano in questo settore, e segnalata presso le autorità che regolano la libera concorrenza.

Ora Nasdaq starebbe lavorando con la Securities and Exchange Commission degli Usa sulla seconda bozza della proposta, secondo quanto riportato dalla fonte di Fox Business, e l’importo totale potrebbe avvicinarsi, e forse superare, ai 100 milioni di dollari, con stime di altre società che vedono arrivare i danni complessivi vicino ai 200 milioni.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This