News

Zuckerberg: la più grande sfida per Facebook è il mobile

Zuckerberg a Washington parla dei dati raccolti nelle intercettazioni Prism

lo ha ammesso: la sfida più difficile per in questo momento è capire come adattare la sua piattaforma social per permettere un’integrazione completa e soddisfacente con i dispositivi mobili.

L’ammissione del vertice del celebre social network è stata rilasciata in occasione di un’intervista presso la Allen & Co. Media and Technology Conference tenutasi a Sun Valley, dove Zuckerberg è intervenuto.

Sarebbe questo il pensiero principale del CEO, ancor prima dell’andamento in borsa del titolo: Facebook è stato progettato pensando ad un’esperienza d’uso su computer desktop, e trasportare tutto questo sui device portatili è una difficile impresa che rappresenta una vera rivoluzione, apportando di fatto cambiamenti sostanziali alle sue caratteristiche di base.

E’ questo l’obiettivo a cui il team del celebre social network sta dedicando la maggior parte dei suoi sforzi, puntando a smartphone e tablet per seguire la tendenza che sta cambiando le modalità di fruizione di Internet da parte degli utenti.

Un nuovo inizio quindi, per Zuckerberg, che diede alla luce la prima versione della sua fortunata piattaforma sociale otto anni fa nella sua stanza ad Harvard: “le cose non sono molto diverse” ora, ha dichiarato il vertice di Facebook, che dopo anni alla guida e gestione di un impero finanziario sarebbe tornato col suo team a “concentrarsi sulla costruzione del prodotto” in ottica

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Facebook compra Spool e la sua expertise nel mobile | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This