Media

YouTube: sbarca in Francia con canali nazionali?

YouTube

La sfida di alla tradizionale entra nella fase successiva, con lo sviluppo di canali professionali localizzati in Europa.

La società sarebbe vicino al raggiungimento di un’intesa con diversi partner francesi, secondo Le Figaro, al fine di dar vita a 13 canali specificamente pensati per le audience del Paese. Progetti simili sarebbero, inoltre, in fase di sviluppo nel Regno Unito e in Germania.

Finora i canali sviluppati erano localizzati negli USA e attingevano principalmente dalla cultura anglosassone. La nuova iniziativa, se confermata, rappresenterebbe un’ulteriore sfida alla TV tradizionale. YouTube si porrebbe in diretta concorrenza non più soltanto con le emittenti internazionali, ma anche con quelle locali.

La piattaforma, inoltre, potrebbe competere da una posizione di maggiore  forza contro il rivale Dailymotion di proprietà francese.

I canali si dovrebbero focalizzare sull’entertainment familiare e su tematiche come salute, cucina e cultura; di solito capaci di attrarre un audience molto ricercata dagli inserzionisti pubblicitari.

Google avrebbe selezionato aziende di diversa provenienza e dimensione, che spaziano dal settore della produzione audiovisiva a quello delle agenzie di comunicazione e a gestori di siti web. Tra i partner prescelti ci sarebbero il gigante , produttori di minori dimensioni come Kabo, l’agenzia Capa, nuovi produttori come Third Eye e siti web come auFeminin.com. YouTube concederà ai partner prestiti tra i 500mila e un milione di euro, per produrre almeno 20 ore l’anno di contenuti originali. L’advertising dovrebbe ripagare i prestiti. Se poi i canali produrranno profitti ulteriori, questi verranno divisi tra Google e i produttori.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This