Media

YouTube: Top 5 Partner Channel generano quasi il 10% delle visualizzazioni

YouTube

I cinque maggiori canali professionali di , creati tramite partnership con società terze, a Maggio 2012 hanno generato circa 1.5 miliardi di visualizzazioni negli USA, secondo dati Nielsen.

YouTube complessivamente durante il mese  ha registrato 136 milioni di visitatori unici provenienti dagli Stati Uniti, che hanno visualizzato circa 16 miliardi di video. Ciò significa che quasi il 10% dei video visualizzati provenivano dai 5 più popolari YouTube Partner .

I canali professionali YouTube risultano, inoltre, un mezzo perfetto per raggiungere le sfuggenti giovanili; visto che più della meta delle hanno meno di 35 anni. Hanno quindi ottime possibilità di monetizzare i propri contenuti.

Fullscreen e hanno però un pubblico leggermente più adulto, con poco più del 15% dell’audience ha più di 50 anni.

Vevo è, in ogni caso, il canale di maggior successo. Mentre ottiene il numero medio di visualizzazioni per utente maggiore, con un audience più fortemente maschile (62.6%) rispetto alla concorrenza (circa 50 vs 50).

comScore riporta dati simili per il mese di Maggio, ma con qualche leggera differenza. Le principali riguardano un numero di visualizzazioni leggermente più basso (circa 1.4 miliardi) e un’inversione nelle ultime posizioni della Top 5 tra Maker Studios e FullScreen, dovuta principalmente ad un successo maggiore attribuito al primo dalla società d’analisi.

comScore  registra, inoltre, i minuti di consumo medio per ciascun utente e può confermare, così, il maggior engagement suscitato da Machinima, non soltanto in base al numero medio di video consumati per utente, ma anche al tempo medio trascorso sul canale (66 minuti per utente). VEVO, primo anche in questo caso per numero di utenti unici e video, risulta secondo per engagement (55 minuti per utente).

La tendenza, al di là delle alcune singole differenze, è chiara. I contenuti professionali genereranno una quota sempre maggiore delle visualizzazioni di video su YouTube. La scommessa effettuata dalla piattaforma, con il nuovo programma di partnership, sembra quindi rivelarsi vincente. YouTube sembra sempre più destinato a trasformarsi in un diretto concorrente delle TV tradizionale. Non bisogna però dimenticare che i contenuti generati dagli utenti, rappresentano ancora una quota più che significativa delle visualizzazioni, nonostante la maggiore enfasi sui contenuti professionali. E probabilmente sono un punto di forza di YouTube rispetto alla concorrenza. La piattaforma, infatti, è in grado così di offrire un’immensa varietà di contenuti di diversa provenienza e fattura.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This