Legal & Digital Rights

LinkedIn: richiesti i danni per il furto delle password

linkedin

è stato denunciato per la vicenda del furto delle password emersa ai primi di giugno, ed ora potrebbe dover affrontare una class-action multimilionaria.

Una utente dell’Illinois, Katie Szpyrka, ha chiesto, infatti, un risarcimento da 5 milioni di dollari per il furto dei propri dati d’accesso, accusando il professionale di non aver preso sufficienti misure per garantire la privacy e la degli utenti.

La denuncia, presentata presso la corte federale di San Jose (California) potrebbe presto trasformarsi in una class-action, considerando che sono 6 milioni gli account hackerati.

Un portavoce della compagnia, Erin O’Harra, ha dichiarato che la causa non ha fondamento ed è motivata soltanto dalla volontà degli “avvocati di sfruttare la situazione”.

Secondo molti esperti legali, in ogni caso, il successo di una simile class-action è dubbio, perché dovrà essere in grado di dimostrare un reale danno.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This