Legal & Digital Rights

Facebook: donazione di $10 milioni per violazione della privacy nelle Sponsored Stories

Like

ha accettato di donare 10 milioni di dollari in beneficenza per chiudere una disputa giudiziaria con 5 utenti californiani, che accusavano la società di aver violato la legge dello stato USA sull’utilizzo dei . Il social network avrebbe, senza offrire agli utenti la possibilità di negare il consenso o pagare per l’uso dei , utilizzato pubblicamente i “like” degli utenti all’interno delle “”.

Le “Sponsored Story” sono una forma di in cui viene sfruttato il nome di una persona con cui si è in relazione e la sua preferenza per un brand, al fine di promuovere prodotti e servizi. Facebook avrebbe pubblicato senza averne il consenso questi dati.

La class-action avrebbe potuto coinvolgere milioni di utenti USA (1 su tre secondo l’accusa) e causare grossi danni alla società, costringendola al pagamento di una stratosferica penale; ma le parti hanno raggiunto un accordo il mese scorso, reso pubblico solo da poco, che la compagnia si è rifiutata di commentare.

Nei documenti presentati dai querelanti venivano citati diversi manager Facebook per dimostrare i forti profitti generati da questo tipo di advertising e il valore dei dati personali utilizzati. Ad esempio, veniva riportata una dichiarazione in cui Mark Zuckerberg sosteneva che un referral fidato è il “Santo Graal” dell’advertising. E una della chief operating officer di Facebook, Sheryl Sandberg; in cui la manager sosteneva che le “Sponsored Story” hanno un valore almeno doppio, se non triplo, rispetto all’offerta tradizionale di advertising.

Il giudice distrettuale incaricato del caso, Lucy Koh, aveva sostenuto, accettando la tesi dei querelanti, che la pratica poteva causare danni economici agli utenti. Facebook ha così deciso di chiudere la faccenda attraverso un accordo negoziale, accettando di pagare 10 milioni di dollari. Denaro che potrà essere devoluto in beneficenza in accordo con la dottrina giuridica nota come “cy-pres settlement”.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Facebook rischia class action degli utenti per "Sponsored stories" | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This