Legal & Digital Rights

In Cina una proposta per eliminare l’anonimato dal Web

Cina

La morsa della censura online potrebbe stringersi ancor di più sugli utenti cinesi, già attentamente sorvegliati nelle loro attività sul web dalla lente del governo di Pechino.

E’ stata infatti fatta una nuova proposta per inasprire il controllo della popolazione online,  modificando le attuali leggi che regolamentano l’uso di nel Paese, al fine di eliminare l’anonimato in rete, in particolar modo su Blog, Forum e social network.

Questo disegno del governo, che arriva insieme al ventitreesimo anniversario della celebre protesta in piazza Tiananmen, e il conseguente blocco in questi giorni delle parole chiave che si riferiscono a tale episodio nelle ricerche su Internet, obbligherebbe  i provider ad ottenere i reali dati anagrafici degli utenti, eliminando così ogni possibilità di restare anonimi, ed impedendo la pubblicazione di commenti sulle piattaforme che gestiscono a chi non sia correttamente registrato con un’identità certificata.

Il documento, redatto dall’autorità nazionale del Paese che si occupa della regolamentazione di Internet per conto del Consiglio di Stato e del Ministero dell’Industria e dell’Information Technology, è stato pubblicato sul sito del governo cinese, in attesa di una sua approvazione che annienterebbe del tutto la libertà di espressione sul Web nel Paese asiatico.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This