News

Facebook: il mobile advertising diventa più accessibile

facebook

ieri ha introdotto un grosso cambiamento nella propria offerta di mobile, automatizzando il processo di acquisto. Gli inserzionisti non dovranno più passare attraverso il personale di vendita della compagnia per acquistare i servizi pubblicitari mobili messi a disposizione. Passo significativo per una compagnia che, per sua stessa ammissione, ha grosse difficolta a monetizzare i propri servizi in mobilità e che permetterà l’accesso all’offerta di spazi pubblicitari mobili a un numero molto maggiore di inserzionisti.

Le mobile-only sponsored-story placements saranno acquistabili più semplicemente sia tramite il servizio self-service di Facebook (Power Editor) sia tramite società terze che rivendono gli spazi pubblicitari del .

Fondamentalmente si tratta di un mobile ad per grandi numeri di utenti” ha commentato Simon Mansell, CEO di una di queste società terze, TBG Digital. “Permette l’accesso a tutti i clienti che non potevano permettersi il precedente livello di accesso ai mobile ad.”

L’advertising mobile di Facebook era fino ad ora riservato quasi esclusivamente ai maggiori inserzionisti. I nuovi ad “reach generator”, ad esempio, erano accessibili solo agli inserzionisti con un minimo di 500000 fan e costavano circa 125000 dollari a trimestre. La novità introdotta permetterà a tutti gli inserzionisti, anche quelli che non hanno un simile budget a disposizione, di accedere ai mobile ad. Un cambiamento non da poco considerato che buona parte dei 3.7 miliardi di entrate annuali arrivano a Facebook da piccoli e medi inserzionisti.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This