Market & Business

Apple “licenzia” Google Maps da iPhone e iPad

Maps

Lo strappo tra ed sembra essere definitivo. Le due società, seppur in lotta sul fronte del mobile ormai da anni, continuavano a mantenere comunque dei “punti di contatto” che le legavano in una sorta di partnership tecnologica.

Uno di questi era l’implementazione di Google all’interno dei device di Cupertino, un connubio che durava fin dal 2007, garantendo verso Mountain View enormi flussi di cassa derivanti dalla pubblicità, ed ottime performance per gli iPhone ed iPad Apple.

Ma ora questo legame molto probabilmente verrà sciolto tra pochi giorni, con la rimozione dell’app di Google Maps dai prodotti Apple a favore di una nuova soluzione sviluppata a Cupertino.

L’annuncio ufficiale dovrebbe arrivare la prossima settimana a San Francisco, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal. Una scelta che scatenerà forti malumori presso Mountain View, visto che gli introiti derivanti dalla pubblicità mobile associata alle mappe rappresenta ad oggi il 25% dei circa 2,5 miliardi di dollari spesi per la pubblicità sui cellulari nel 2012, una cifra superiore al 10% del 2010, secondo le stime di Opus Research. E buona parte di questa percentuale era garantita proprio dagli utenti in possesso dei device Apple, quota che presto verrà sottratta dalle entrate di Google.

3 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

3 Comments

  1. Pingback: Google Maps abbassa dell'88% i costi per l'uso delle API | Tech Economy

  2. Pingback: Google Maps: novità per potenziare il click-through rate | Tech Economy

  3. Pingback: Apple: niente app di Youtube nell'iOS 6 | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This