News

Il presente e il futuro del social business in Europa

Social business

L’utilizzo di in ambito aziendale è un argomento molto discusso, ma quanto effettivamente le nuove tecnologie sociali sono penetrate nel mondo degli affari? In che modi trasformano l’ambiente aziendale? Quali sono le aspettative dei manager rispetto all’impatto del ? Una ricerca di Google e Millward Brown prova a rispondere sulla base di interviste campionarie a 2700 professionisti europei.

I social media sembrano essere penetrati profondamente nel tessuto economico europeo. L’utilizzo di tali sistemi è diffuso in tutti i paesi analizzati. Si va dalla Germania dove è poco più della maggioranza degli intervistati (53%) a dichiara di utilizzare tool sociali; alla Spagna e all’Italia dove il 74% dei professionisti utilizza tali strumenti.

La tendenza sembra consolidata ed in fase di espansione, infatti, il 46% degli intervistati vorrebbe utilizzare maggiormente i social. Per quanto riguarda le tipologie di social media utilizzati, circa un terzo (32%) utilizza strumenti esterni (Facebook, Twitter, etc.), mentre solamente un quarto degli intervistati non ha mai utilizzato in-house social tool.

I professionisti utilizzano i social tool durante molte attività lavorative e per raggiungere numerosi obiettivi, ma lo scopo di fondo resta quello di migliorare comunicazione-collaborazione e ridurre il tempo impiegato per svolgere alcuni compiti. I social sono, in particolare, molto utilizzati per trovare informazioni, persone o expertise più velocemente (41%), migliorare la collaborazione e la condivisione della conoscenza (37%), creare relazioni professionali e community (34%) e condividere informazioni ed idee tra team dispersi in varie località (29%).

L’utilizzo di tali strumenti ha avuto un forte impatto sull’ambiente di lavoro. Il 72% dei professionisti ritiene, ad esempio, che hanno significativamente migliorato la condivisione di idee a distanza; mentre il 68% pensa lo stesso rispetto a collaborazione e condivisione di conoscenza in generale.

I professionisti intervistati, più in generale, ritengono che l’utilizzo di social tool abbia avuto un forte impatto sulla crescita della propria organizzazione (67%), reso l’ più competitiva (63%), permesso di incrementare le vendite (60%) e favorito l’attrazione del personale migliore (59%).

Per quanto riguarda le prospettive future, sembra che i social assumeranno un ruolo sempre maggiore in ambito aziendale; visto che il 76% dei senior manager ritiene semplicemente che le aziende che adotteranno i social tool cresceranno più velocemente di quelle che li ignoreranno, e il 53% ritiene addirittura che la non adozione di tali strumenti porterà al fallimento.

Uno dei modi, principali attraverso cui i social avranno un così forte impatto sul è attraverso la riduzione del tempo necessario per svolgere alcuni compiti e raggiungere determinati obiettivi. Il risparmio di tempo avrà un forte impatto sulla competitività aziendale, come dichiara apertamente un Junior Executive del settore IT citato nel report. “Quelli che utilizzano le informazioni in modo più veloce e più ampio diverranno più forti e saranno più competitivi. Quelli che non lo faranno (a secondo di quello che fanno) verranno marginalizzati e alla fine diverranno insignificanti o estinti “.

I senior manager, al contrario di quanto una credenza diffusa vorrebbe, sono i professionisti che hanno adottato maggiormente i social tool e ritengo il loro impatto sul business più esteso. L’adozione in azienda non avviene quindi sulla spinta di giovani ed entusiasti professionisti, ma grazie all’esempio e alla forte promozione dell’utilizzo da parte dei senior manager.

L’utilizzo dei social è più diffuso all’interno delle compagnie con tassi di crescita maggiori (superiore al 10% nel 2011) e la correlazione non sembra casuale. L’81% di queste aziende ritiene che abbiano avuto un forte impatto sulla propria crescita ed espansione, e quasi altrettante su collaborazione e condivisione informativa.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Il presente e il futuro del social business in Europa « Giovanni Lacqua

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This