eBusiness

Sean Parker: Apple ha provato a bloccare Spotify

sean-parker

Apple avrebbe provato a bloccare l’ingresso nel mercato USA di Spotify, stando a dichiarazioni di Sean Parker.

Parker, fondatore di Napster, tra i primi investitori di Facebook e attualmente direttore di Spotify, dopo aver investito circa 15 milioni di dollari nella società svedese, ha dichiarato che Apple si sentiva minacciata dall’arrivo in casa propria del popolare servizio di streaming musicale. Secondo indiscrezioni raccolte dal giovane imprenditore durante scambi relazionali con persone dell’industria USA, Apple avrebbe provato a bloccare l’ingresso sul mercato del concorrente europeo.

“C’erano alcune indicazioni che questo sarebbe potuto accadere” ha sostenuto Parker durante una conferenza, svoltasi mercoledì a Rancho Palos Verdes, mentre Daniel Ek, presidente esecutivo di Spotify, era seduto al suo fianco. Ek è sembrato maggiormente esitante sulla questione sollevata dalla domanda di Walt Mossberg. Parker, al contrario, ha risposto volontariamente; aggiungendo che lui poteva “cavarsela dicendo cose” che Ek non poteva dire.

Parker sarebbe venuto a sapere del possibile tentativo da parte di Apple, durante le negoziazioni con l’industria musicale per la distribuzione dei contenuti musicali tramite Spotify. “Si sentono cose, le persone ti inviano email.” “C’è sicuramente un senso in cui Apple si sentiva minacciata da quello che stavamo facendo“.

Apple ha rivoluzionato l’industria della musica digitale permettendo l’acquisto di singole canzoni a 99 centesi, facendo di iTunes il distibutore leader di mercato. Parker ammette che il giro di affari di Spotify è ancora poca cosa rispetto a quello di Apple. “Anche se la componente musicale dello store iTunes svanisse, non sarebbe  in fondo particolarmente significativo per loro.”

Apple, ciò nonostante, si sarebbe sentita minacciata. La compagnia si è rifiutata di commentare le dichiarazioni. Ek, da parte sua, ha precisato: “Non si tratta di competere con iTunes, si tratta di rimpiazzare i comportamenti che esistono nei servizi pirata.” “Siamo in competizione con la pirateria“.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This