Media

Google: report per gli editori sulla pubblicità display

google

ha rilasciato un interessante report sull’andamento del digitale. Il report, “Display Business Trends: Publisher Edition” mira a gettare un po’ di luce sui trend del segmento, e in particolare su cosa risulta più efficace al momento e cosa al contrario non funziona. Pensato principalmente per gli editori, offre numero informazioni interessanti ed utili.

Mentre l’industria del evolve, stiamo collettivamente scoprendo ed analizzando trend che promettono opportunità e strade verso la crescita.” Scrive Google all’inizio del post sul blog ufficiale di  DoubleClick.

Una delle sezioni più interessanti del report riguarda i formati degli annunci display, si scopre ad esempio che il banner 468×60 è sostanzialmente morto e rappresenta ormai solo il 3% delle impressioni di Google, per di più in diminuzione del 16% durante il 2011. Trend almeno parzialmente dovuto alla crescita notevole di formati non standard, avvenuta proprio a scapito dei formati tradizionali, come i banner 468 x 60 banner. Google, nel 2011, ha, infatti, riscontrato circa 1000 formati utilizzati di cui 300 hanno generato più di un milione di impressioni.

I tre formati più diffusi (rettangolo medio, leaderboard e skyscraper) rappresentano, in ogni caso, complessivamente quasi l’80% delle impressioni. Il rettangolo medio (300×250) rappresenta il 33% delle impressioni, che hanno registrato una crescita durante il 2011 del 18%. Il leaderboard (728×90) è il secondo formato per numero di impressioni (32%), ma registra una crescita minore di queste rispetto agli altri due formati (10%). I skyscraper (160×600), al contrario, hanno una quota minore (13%) di impressioni, ma queste crescono in misura maggiore rispetto agli altri due formati (21%).

Il resto delle impressioni provengono dalla vasta varietà di formati meno comuni. Forte e particolarmente interessante la crescita dei formati di grosse dimensioni, “Premium”, che offro la possibilità di creare ad di maggior appeal visuale e più spazio alla creatività dei pubblicitari. Al trend positivo per i formati ampi, si contrappone quello negativo per i formati minori.

L’ display mobile, continua secondo la compagnia, a registrare trend di crescita impressionanti. Al momento rappresenta ancora soltanto 1% delle impressioni generate da display advertising digitale, ma si registra una crescita di queste durante l’anno pari al 119%. Il trend positivo sembra aver inoltre accelerato ancora, visto che l’incremento di impressioni nell’ultimo trimestre del 2011, rispetto al precedente, è stato pari al 250%.

(Google, oltre al report scaricabile, mette a disposizione degli interessati la possibilità di partecipare il 5 Giugno, previa registrazione, ad un livestream  sull’argomento, DoubleClick “Insights”.)

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Display Advertising: il report Google sui trend della pubblicità online display

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This