Legal & Digital Rights

Microsoft cambia la licenza di Windows 8, proibite le class action

Microsoft

Quasi nessun utente, durante l’installazione di software sul proprio computer, legge per intero il documento allegato in cui si presentano le condizioni d’utilizzo, e spesso ci si limita a dare il proprio consenso selezionando l’apposita casella.

I clienti di Microsoft, ed in particolare del nuovo Windows 8, potrebbero avere futuri problemi nel caso decidano di intraprendere azioni legali contro la società, poiché le regole stanno cambiando, e quando la nuova piattaforma uscirà sul mercato, i cambiamenti verranno accettati  selezionando la suddetta opzione.

La compagnia di Redmond ha recentemente modificato il contratto di licenza del suo nuovo sistema operativo, e tra le clausole che si dovranno accettare per procedere con l’installazione ce n’è una che fa perdere agli utenti ogni diritto di presentare una contro la società per problemi relativi al software che stanno utilizzando.

A spiegare i dettagli e dare informazioni sui cambiamenti apportati è la stessa Microsoft, in un post sul suo blog firmato dall’Assistant General Counsel Tim Fielden. Si potrà continuare a procedere per vie legali contro il colosso di Redmond, ma tornando ad uno scontro in stile Davide vs. Golia, senza poter organizzarsi e formare un  gruppo di consumatori danneggiati dalla stessa situazione, ed in caso non si raggiunga un accordo informale, sperare di risolvere la controversia con le sole proprie forze.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This